Rimini rimonta e vince garatre (8-7)

Danesi avanti 7 a 1 sino al settimo, poi al nono il definivo sorpasso con tre singoli consecutivi

La Danesi spreca ancora, stavolta in maniera quasi imperdonabile, Rimini per la seconda volta nel fine settimana ringrazia ed incassa una vittoria che conferma il primato in classifica. Rispetto a venerdì sera quando era di un solo punto, i verdazzurri stavolta avevano un vantaggio cospicuo da mantenere, visto che dopo il botta e risposta iniziale al settimo Nettuno era avanti addirittura per 7 a 1. Cabalisti dopo solo tre riprese era costretto a scendere di pedana, letteralmente demolito dall’attacco di casa: cinque valide consecutive al primo inning che però portavano a casa solamente due segnature con tre rimasti in base, altre quattro con due doppi al terzo. Ma se Cingolani prima e Moceri poi non lasciavano quasi più nulla agli avversari, dall’altro fronte veniva fuori la vena di una Semenzato mai doma. Proprio al settimo inizia la grande rimonta, dopo che una girandola di cambi attuata da Bagialemani tra quinto e sesto aveva mutato il volto difensivo dei tirrenici. Tomassi, alla seconda partita in casacca nettunese e autore di una bella prestazione, al settimo dopo una valida e due basi lascia con basi cariche la pedana al giovane Marco Costantini, che esordisce colpendo Sforza e concedendo un singolo a Crociati, nono del line up romagnolo. La partita si riapre e al nono, seguendo un copione già scritto, arriva il clamoroso sorpasso: colpito ancora Sforza, base a Crociati, due eliminazioni che lasciano sperare e poi la doccia fredda, i singoli in fila di Buccheri, Illuminati e Pantaleoni per l’8 a 7 finale. Con nove valide la squadra di Romano si aggiudica il secondo match del week end, anche questo per rimonta e peraltro nel pomeriggio era andata vicina anche alla terza. Dall’altro fronte delusione e rabbia per una sconfitta che brucia tantissimo.

Semenzato Rimini 2 0 0 0 0 0 3 0 3 = 8 9 bv 2 e
Danesi Nettuno 2 0 3 2 0 0 0 0 x = 7 14 bv 1 e

arbitri: Gabbani, Cipriani, Fommei, Chirici

Informazioni su Mauro Cugola 546 Articoli
Nato tre giorni prima del Natale del 1975, Mauro è laureato in Economia alla "Sapienza" di Roma, ma si fa chiamare "dottore" solo da chi gli sta realmente antipatico... Oltre a una lunga carriera giornalistica a livello locale e nazionale iniziata nel 1993, è anche un appassionato di sport "minori" come il rugby (ha giocato per tanti anni in serie C), lo slow pitch che pratica quando il tempo glielo permette, la corsa e il ciclismo. Cosa pensa del baseball ? "È una magica verità cosmica", come diceva Susan Sarandon, "ma con gli occhiali secondo me si arbitra male". La prima partita l'ha vista a quattro mesi di vita dalla carrozzina al vecchio stadio di Nettuno. Era la primavera del '76. E' cresciuto praticamente dentro il vecchio "Comunale" e, come ogni nettunese vero, il baseball ce l'ha nel sangue.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.