Per la prima volta il massimo campionato a Codogno

La Semex trepida per il ginocchio di Federico Comelli e gioisce per il pieno recupero di Robert Fontana


Dopo la “trasferta impossibile” di Bologna, giocata peraltro quasi alla pari in due gare su tre nonostante i risultati finali negativi, per la matricola Semex Codogno arrivano i campioni d'Italia del Nettuno a tenere a battesimo l'esordio casalingo nel massimo campionato venerdì 3 e sabato 4 maggio. Il calendario non poteva riservare un avvio di stagione più difficile per la squadra di Daniele Carelli, che comunque non parte sconfitta con nessuno: il manager codognese si augura di vedere meno errori difensivi rispetto alla trasferta bolognese, per poter così centrare il primo storico successo nel campionato di serie A1. Alla vigilia della sfida col Nettuno la Semex mette sui piatti della bilancia una buona notizia, il recupero dall'infortunio di Robert Fontana, ed una cattiva notizia, vale a dire qualche fastidio al ginocchio per il giovane Federico Comelli che ha esordito molto bene la scorsa settimana piazzando anche un fuoricampo sul pitcher giapponese Shinada. Stando così le cose, lo schieramento iniziale della Semex vedrà il ballottaggio tra Fontana e Pass per i posti di interbase e seconda base, mentre in prima è scontato l'impiego di Filippo Comelli e in terza quello di Francolini; per quanto riguarda gli esterni tutto ruoterà attorno alle possibilità di recupero di Federico Comelli. Sul monte di lancio invece Carelli sembra intenzionato a riproporre la stessa sequenza della scorsa settimana: Kelly al venerdì sera, Garioni al sabato pomeriggio e Marchini in gara-tre.

Informazioni su Daniele Perotti 42 Articoli
Laureato in Relazioni Pubbliche alla Facoltà di Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM, Daniele è dal 19 maggio 1997 giornalista pubblicista e collabora con la “Libertà” di Piacenza (dal 1994) e “Il Cittadino” di Lodi (dal 1995).

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.