Continua il crollo degli Indians

Cleveland finisce sotto quota .500, con la sconfitta contro Anaheim

Ieri nelle Majors:

AMERICAN LEAGUE: Dopo aver vinto 11 delle prime 12 partite stagionali, con la sconfitta di ieri per 7-2 contro gli Angels gli Indians sono scesi sotto quota .500. Per Anaheim si è trattato della sesta vittoria consecutiva, propiziata dalla buona prova sul monte di Jarrod Washburn, che ha lanciato bene per 7 inning, e dai due punti battuti a casa da Darrin Erstad.
Il primo fuoricampo di Jermaine Dye dopo il ritorno dalla lista infortunati, è servito agli Athletics per sconfiggere Mike Mussina per la seconda volta in una settimana; Oakland ha superato gli Yankees 4-1, e il successo è andato a Eric Hiljus, che ha messo a segno 9 strikeout in 5 inning.
2 fuoricampo di Manny Ramirez, e il 4 su 4 in battuta di Josè Offerman hanno ‘salvato” un’altra prestazione non particolarmente buona di Pedro Martinez a Fenway Park; Boston ha battuto Baltimore 15-3, mettendo a segno 16 valide, mentre il dominicano ha concesso 3 punti in 5 riprese.
Dave Burba ha lanciato la prima gara completa dalla scorsa estate, guidando Texas alla vittoria per 8-1 contro Toronto, la quarta consecutiva per i Rangers. Burba, che giovedì scorso contro i Blue Jays aveva concesso 5 punti in 3 riprese, ieri ha lasciato solo 4 valide, con 9 strikeout e una base-ball.
Dopo 4 lunghi rinvii per pioggia, la partita fra White Sox e Mariners è stata considerata conclusa dopo 8 riprese, con Chicago in vantaggio 9-2; il tempo effettivo di gioco è stato 2 ore e 50, con 2 ore e 3 minuti di sospensioni. La vittoria è andata a John Garland, che non ha concesso punti in 5 riprese.
Un paio di scivolate aggressive di Bobby Higginson e Damian Jackson, in occasione di due doppi giochi, per poco non hanno scatenato una rissa, durante la gara vinta dai Tigers per 7-6 sui Royals. Con il successo, Detroit ha scavalcato Kansas City, che ora si trova in ultimo posto nella East Division.
Infine, nonostante 3 titolari in lista infortunati, e un altro fuori per problemi fisici, i Twins sono riusciti comunque ad avere la meglio sui Devil Rays per 5-3; Jay Canizaro, in campo al posto di Luis Rivas, ha messo a segno 3 valide, e dato a Minnesota il punto della sicurezza con un singolo nell’ottava ripresa.

NATIONAL LEAGUE: Non è bastato agli Astros l’undicesimo fuoricampo stagionale di Lance Berkman, che guida la classifica dell’anno; i 2 home-run, con 4 punti battuti a casa di Vladimir Guerrero hanno permesso agli Expos di vincere in rimonta, 5-4. Decisivo soprattutto il suo fuoricampo da 3 punti nel settimo inning.
Dopo un brutto mese di aprile, il nuovo acquisto dei Cardinals Tino Martinez ha deciso di cominciare maggio nel migliore dei modi, e con i primi 2 fuoricampo dell’anno ha portato St.Louis alla vittoria su Florida per 6-4. L’ex Yankee ha pareggiato la gara con un solo homer nel quinto, e ha messo a segno un altro home-run, sempre da un punto, nel settimo.
Joey Hamilton ha portato i Reds al settimo successo consecutivo a Los Angeles; il partente di Cincinnati, che dal ’97 è finito 3 volte in lista infortunati, non ha concesso punti in 7 inning e un terzo, con 7 strikeout, 6 valide e una base-ball, e i Dodgers sono stati sconfitti per 4-0.
Lo strepitoso PGL di Tom Glavine è passato da 0.89 a 0.93, grazie al fuoricampo di Josè Hernandez nell’ottavo inning, ma i Braves si sono imposti per 3-1 contro i Brewers. Glavine, che ha perso solo 3 volte nelle ultime 28 partenze, ha messo a segno 6 strikeout, con una sola base-ball, in 8 inning.
Il fuoricampo di Reggie Sanders nel settimo inning, su lancio di Ricky Bottalico, è stato la valida decisiva nella vittoria per 2-1 dei Giants sui Phillies, che hanno perso per la settima volta nelle ultime 8 gare. Barry Bonds, a secco di fuoricampo dal 17 aprile, è entrato solo nell’ottavo inning, a causa dei problemi alla gamba.
I Mets sembrano avere meno difficoltà dei cugini Yankees a vincere in Arizona, visto che ieri hanno ottenuto il secondo successo consecutivo contro i Diamondbacks, per 7-1. I Mets hanno segnato ben 35 punti nelle ultime 3 gare, e hanno vinto 6 partite di fila; ieri, la battuta decisiva è stato il fuoricampo da 3 punti di Jeremy Burnitz nel primo inning.
Danny Neagle è stato il quinto partente dei Rockies a lanciare con efficacia nelle ultime 5 gare, limitando Pittsburgh a 3 valide in 8 riprese; Colorado, così, ha portato a 5 gare la sua striscia vincente, sconfiggendo Pittsburgh per 6-0. per la prima volta nella loro storia, i Rockies hanno ottenuto 2 shutout consecutivi a Coors Field.
Infine, non sono bastati ai Cubs i due fuoricampo di Sammy Sosa, per evitare la nona sconfitta consecutiva contro Bobby Jones; Chicago è stata sconfitta 4-3 da San Diego, e Trevor Hoffman ha ottenuto la 321esima salvezza con la maglia dei Padres, record assoluto per numero di salvezze con una squadra.

Informazioni su Matteo Gandini 704 Articoli
Giornalista pubblicista e collaboratore di Baseball.it dall’ottobre 2000, Matteo è un grande appassionato in genere di sport, soprattutto del mondo sportivo americano, che segue da 10 anni in modo maniacale attraverso giornali, radio, web e TV (è uno dei pochi fortunati in Italia a ricevere la mitica ESPN).Per Baseball.it ha iniziato seguendo le Majors americane. Ora, oltre ad essere co-responsabile della rubrica giornaliera sul baseball a stelle e striscie, si occupa di serie A2. Inoltre, nel 2002, per il sito e l’ufficio stampa FIBS ha seguito da inviato lo stage della nazionale P.O. in Florida, la Capital Cup e i mondiali juniores di Sherbrooke (Canada), il torneo di Legnano di softball, e la settimana di Messina, a cui ha partecipato anche la nazionale seniores azzurra. Nel 2003 è stato invece inviato agli Europei Juniores di Capelle (Olanda). Nel 2001 ha anche collaborato alla rivista “Tutto Baseball e Softball”.Per quanto riguarda il football americano, da 3 anni segue il campionato universitario e professionistico americano per Huddle.org, oltre ad essere un assiduo collaboratore alla rivista AF Post. Nel 2003 partecipa al progetto radio di NFLI, ed è radiocronista via web delle partite interne dei Frogs Legnano.Dopo aver collaborato per un periodo di tempo ai siti web Inside Basketball e Play it, nel 2001 ha seguito i campionati di basket americani (NBA e NCAA) per Telebasket.com, in lingua italiana e inglese. Ora segue la pallacanestro d’oltreoceano per Blackjesus.it.Più volte apparso come opinionista di sport americani a Rete Sport Magazine, trasmissione radiofonica romana, lavora stabilmente nella redazione di Datasport, dopo una breve esperienza in quella di Sportal.Nel 2003 ha lavorato anche per l’Ufficio Stampa delle gare di Coppa del Mondo di sci a Bormio.Ha 26 anni, è residente in provincia di Lecco e si è laureato in scienze politiche alla Statale di Milano. La sua tesi, ovviamente, è legata allo sport: il titolo è “L’integrazione dei neri nello sport USA”. Il suo sogno è dedicare tutta la vita al giornalismo sportivo, in particolare nel settore sport USA.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.