Il Nettuno completa la tripletta (8 – 3)

Primo home run con la casacca della Danesi per Castrì. Esordio sul monte con tre K per Marco Costantini

Una Danesi Nettuno concentrata ma non troppo non lascia scampo al GB Modena neanche nella terza partita del trittico dello Steno Borghese. Esattamente come nell'opening game e in garadue, gli emiliani vendono carissima la pelle, mantenendo intatta la buonissima impressione suscitata in queste prime tre uscite stagionali. Il turn over di Bagialemani lascia in panchina De Franceschi e Paoletti a favore di Mazzanti a sinistra e Mastrantonio al centro. Schiavetti e Miller si alternano ancora, rispetto alla gara pomeridiana lo statunitense torna in seconda ed è proprio lui in apertura di partita a compiere il primo errore della giornata. Lo zero nel tabellino dei campioni d'Italia dura lo spazio di due inning, al terzo infatti Andrea Castrì spedisce oltre la recinzione, a 120 e passa metri proprio al centro del campo, la pallina dell'1 a 0, il primo con la nuova casacca, a cui fa seguito il doppio di Schiavetti e il singolo al centro di Miller per il 2 a 0. Sempre Castrì al terzo, con due uomini in base, batte valido per il 3 a 0, segue il doppio di Mastrantonio sulla recinzione per il quarto punto. Dall'altro fronte per Ventura, al sesto anno con la casacca tirrenica, il primo momento di difficoltà è quello del sesto, nel quale un mancato doppio gioco ed una battuta da due basi di Rosado riaprono un discorso che sembrava già chiuso. La squadra di Castro ci crede e al settimo è ancora un eliminazione non chiusa dalla difesa di casa (ma suscità perplessità la chiamata di Giachi in prima su un'assistenza acrobatica di Miller) a causare il terzo punto, quello che arriva grazie ad un texas di Munoz con gli uomini agli angoli. Nel momento di spingere l'acceleratore però la squadra di Bagialemani ritrova sè stessa e con la complicità della difesa emiliana (due errori nello stesso inning) la Danesi riesce a segnare i punti della sicurezza, i quattro della settima ripresa, che mettono il definitivo sigillo al match. Chiusura finale riservata al giovane Costantini, che dopo l'esordio nel box del pomeriggio sale anche sul monte e mette a segno tre strike out su tre uomini affrontati.



GB RICAMBI MODENA 0 0 0 0 0 2 1 0 0 = 3 bv 6 e 2
DANESI NETTUNO 0 0 2 2 0 0 4 0 x = 8 bv 8 e 3

Arbitri: Ferri, Giachi, Codispoti

Lanciatori – GB Modena: Pivaral (Lo) 6,1 rl, 8 bv, 3 k, 3 b, 6 pgl.
Zambelli 0,2 rl, 0 bv, 0 k, 0 pgl.
Cesario 1,0 rl, 1 bv, 1 k, 0 pgl.
Danesi Nettuno: Ventura (Wo) 8,0 rl, 6 bv, 6k, 1 b, 1 pgl.
Costantini 1,0 rl, 0 bv, 3 k, 0 b, 0 pgl.

Note: fuoricampo da un punto di Castrì (Nt) al 3°

Informazioni su Mauro Cugola 546 Articoli
Nato tre giorni prima del Natale del 1975, Mauro è laureato in Economia alla "Sapienza" di Roma, ma si fa chiamare "dottore" solo da chi gli sta realmente antipatico... Oltre a una lunga carriera giornalistica a livello locale e nazionale iniziata nel 1993, è anche un appassionato di sport "minori" come il rugby (ha giocato per tanti anni in serie C), lo slow pitch che pratica quando il tempo glielo permette, la corsa e il ciclismo. Cosa pensa del baseball ? "È una magica verità cosmica", come diceva Susan Sarandon, "ma con gli occhiali secondo me si arbitra male". La prima partita l'ha vista a quattro mesi di vita dalla carrozzina al vecchio stadio di Nettuno. Era la primavera del '76. E' cresciuto praticamente dentro il vecchio "Comunale" e, come ogni nettunese vero, il baseball ce l'ha nel sangue.

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.