Una lunga chiaccherata con Marco Mazzieri

Bologna e Rimini leader del mercato invernale

Marco Mazzieri sta per iniziare la sua ventesima stagione nel Grosseto (seconda da allenatore), società che proprio quest’anno festeggia i 50 anni: due importanti traguardi che sperano di festeggiare con lo scudetto. Il presidente Claudio Banchi non nasconde le carte e punta deciso verso la vittoria, Mazzieri si appresta a vedere se i nuovi elementi che avrà a disposizione in questi giorni saranno all’altezza delle aspettative e quindi in grado di puntare al grande traguardo.
A pochi giorni dall’inizio del campionato abbiamo fatto una lunga chiacchierata con il manager partendo dalla situazione generale per arrivare al particolare della sua squadra.
Per Mazzieri le due squadre che hanno fatto la migliore campagna acquisti sono state l'Italeri Bologna, da subito, e la Semenzato Rimini grazie all’arrivo, all’ultimo momento, dei rinforzi ex casertani e l’americano Carr, ex Major League.
Il manager grossetano ritiene infatti Liverziani ancora l’inarrivabile miglior giocatore italiano che, con Sheldon forma un’abbinata micidiale. Cossutta, Illuminati e Bartolucci sono un rinforzo di grandissima qualità per la società romagnola.
La squadra campione d’Italia non si è particolarmente rinforzata ma Mazzieri ritiene che Bagialemani (al quale augura un grande successo anche da allenatore) farà di tutto per lasciare il segno del suo arrivo in panchina già dal primo anno.
Guardando ad alcuni reparti le sensazioni di Mazzieri sono le seguenti:
Credo che la migliore difesa l’abbiano il Bologna ed il Rimini, l’attacco è difficile da valutare non conoscendo molti dei nuovi arrivi, sul monte di lancio il Grosseto può battersi alla pari con tutti, per l’esperienza credo sia avvantaggiato ancora una volta il Bologna.
Ma veniamo al Grosseto, partendo proprio dal mote di lancio.
Sono partiti Green, Heredia e Cappuccini, sono in arrivo Brosnan, Vitale e Cretis oltre al ritorno di Luciani, il reparto migliora?
Sul monte di lancio lo scorso anno la coppia Heredia-Green era praticamente imbattibile il venerdì sera, Brosnan è tutto da verificare. Certamente il sabato con l’arrivo di Vitale, il ritorno di Cretis ed il recupero di Luciani siamo molto più competitivi, soprattutto ho più possibilità di scelta. Brosnan, De Santis, Vitale e Cretis potranno ruotare come partenti, Badii, Luciani e Maggio come rilievi più o meno lunghi e così avrò come closer per almeno due gare Ginanneschi ed eventualmente Cretis.
Come ricevitori hai molte scelte?
Certamente, dato per scontato che Gasparri è il titolare potrò utilizzare Bischeri e in azioni di gioco che richiedano cambiamenti rapidi potrò sempre contare sull’esperienza di Soto.
Il diamante vede come titolari certi Gabriele Ermini e Bindi, per gli altri due ruoli hai varie scelte?
In prima punto su Bischeri con la possibilità di utilizzare Ramos ed il nuovo arrivato Emanuele Ermini; in seconda se la batteranno alla pari Cancelli ed Andrea De Santis; Fommei potrà, in caso di necessità, alternarsi a Gabriele Ermini in terza e De Santis a Bindi all’interbase.
Agli esterni non hai molta scelta ma certamente grande qualità.
Si siamo un po’ tirati con Rigoli, Soto, Marquez e Ramos ma dovremmo esprimere una grande potenza in battuta.
Per il line up puoi già darci qualche indicazione?
Non so se potrò contare fin dall’inizio su Rigoli come lead off, perchè a causa di impegni di lavoro, non si è potuto allenare al meglio; altrimenti dovrò puntare su Bindi o Cancelli. Secondo dovrebbe essere Gabriele Ermini con l’alternativa Marquez. A seguire dovrebbero essere schierati Ramos, Soto, Marquez (Ermini), Bischeri, Gasparri, Bindi e Cancelli (De Santis). Sottolineo però che dico tutto questo senza aver ancora visto Marquez e Soto.
Dopo tanta teoria Mazzieri potrà fare le prime verifiche il 20 aprile nel corso del Torneo di Bologna, contro la squadra di casa ed il Firenze.

Informazioni su Fabrizio Masini 59 Articoli
Fabrizio Masini è nato a Grosseto, ma ha vissuto a Milano per oltre ormai 25 anni. Ha seguito il baseball come hobby per Il Tirreno e Radio Rbc Grosseto (prima radiocronaca nel 1978, per alcuni anni in coppia con il figlio Federico). I primi articoli risalgono al 1971. Ha seguito i 4 Mondiali in Italia, vari Europei (dal vivo gli ultimi due vinti a Parigi e soprattutto a Stoccarda nell'estate 2010), il World Baseball Classic del 2006 in Florida e tutti i campionati per oltre 40 anni. Ha commentato gli avvenimenti più importanti avvenuti in Italia per la Rai, TMC, Radio Rai e due tv private grossetane anche con Everardo Dalla Noce e Giancarlo Mangini. Fabrizio Masini è scomparso prematuramente a Milano il 29 ottobre 2012.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.