Azzurri, una giornata tranquilla

Allenamento più corto del solito. La stampa americana si interessa alla nostra nazionale

E’ stato un martedì tranquillo per la nazionale di Giampiero Faraone, impegnata nella fase di preparazione pre stagionale a Port St. Lucie in Florida.
Gli azzurri hanno svolto una seduta di allenamento di un paio d’ore, articolata sul classico ‘batting practice’ e su esercizi di difesa generici. I lanciatori hanno svolto solo preparazione atletica e tiri ‘lunghi’ per sciogliere il braccio.
Ad osservare attentamente il lavoro della nostra nazionale era presente al campo Jack Lazorko, indimenticato lanciatore campione d’Italia e d’Europa con Parma all’inizio degli anni ’90. Oggi Jack lavora come promotore finanziario. Il baseball fa comunque ancora parte della sua vita. E’ stato per anni il ‘Commissioner’ della indipendente ‘Texas Louisiana League” e tutt’ora commenta in TV le partite di College delle squadre del Texas, stato nel quale risiede.

La giornata è stata caratterizzata anche dalla presenza della stampa locale. Il quotidiano ‘The Palm Beach Post” ha inviato la giornalista Nirvi Shah e un fotografo.
Successivamente è arrivata al campo d’allenamento una troupe della televisione locale ‘WPBF” composta dal cronista Jim Abath e da un cameraman.

Domani gli azzurri giocheranno la seconda amichevole della loro permanenza americana. L’appuntamento è alle 11 locali, ovvero le 17 italiane.
A riposo De Santis e Betto, dovrebbero alternarsi in pedana Bartolucci, Martignoni e Nava. Per il resto Faraone utilizzerà tutti gli elementi a sua disposizone.
L’unico atleta che potrebbe non scendere in campo nella trasferta è il lanciatore Mariani, che ha sofferto di affaticamento al braccio e che il Pitching Coach Radaelli non vorrebbe rischiare.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.