Kansas City corteggia Sweeney

I Kansas City Royals non paiono intenzionati a perdere uno dei loro pezzi pregiati, Mike Sweeney. Proprio per questo, vorrebbero chiudere un'accordo di estensione contrattuale con il giocatore prima dell'opening day, nonostante non si sia

I Kansas City Royals non paiono intenzionati a perdere uno dei loro pezzi pregiati, Mike Sweeney. Proprio per questo, vorrebbero chiudere un'accordo di estensione contrattuale con il giocatore prima dell'opening day, nonostante non si sia ancora stata raggiunta un'intesa per il contratto collettivo con l'Associazione Giocatori. Sweeney, reduce da un'ottima stagione 2001, che lo ha visto battere 29 fuoricampo con una media di .304, ha espresso il desiderio di voler rimanere con la squadra, a patto che si chiuda prima dell'inizio della stagione. Il proprietario David Glass, si è detto ottimista a riguardo di un veloce raggiungimento dell'accordo. I Royals non vorrebbero aspettare oltre, per non correre il rischio di vedere il prima base Sweeney diventare free agent al termine della stagione, con il rischio di non riuscire più a trattenerlo. L'esperienza di Oakland, che si è vista portare via dagli Yankees Giambi dopo mesi di tira e molla contrattuali, dovrebbe servire ai Royals da monito.

Il terremoto primaverile che ha scosso lo staff tecnico e manageriale dei Red Sox sembra non essersi ancora esaurito. A tre giorni di distanza dall'insediamento del nuovo manager di Little, la dirigenza ha deciso per un avvicendamento per il ruolo di coach dei lanciatori. E' stato dato il benservito a Ralph Truel, che verrà sostituito dal 62enne Tony Cloninger, che lavorava come scout nell'organizzazione dei Giants. Il nuovo pitching coach ha nel suo recente passato anche diversi anni vincenti nello staff degli Yankees.

Molti commentatori sono in questi giorni tornati a parlare del promettente lanciatore Mark Prior, in forza da quest'anno ai Cubs. Questo prospetto dal grande potenziale, che sta impressionando gli addetti ai lavori anche in questa primavera, dopo una stagione universitaria da 15 vittorie e una sola sconfitta, con una media pgl di 1.69, inizierà probabilmente la sua avventura nei Pro con una squadra di doppio A. Qualche analista ha definito sciagurata la scelta dei Twins che lo avevano in mano allo scorso draft di giugno ma vi hanno rinunciato: “Potrebbero pentirsene per i prossimi quindici anni”.

Il manager dei Cardinals Tony La Russa ha voluto chiarire definitivamente la sua intenzione di lanciare Albert Pujols come terza base fissa di St. Louis per questo campionato. Il 22enne dominicano, reduce da una fantastica stagione di esordio che gli è valsa il titolo di matricola dell'anno per la National League, si era infatti diviso lo scorso anno tra cinque ruoli, giocando indifferentemente in terza, prima, esterno sinistro e destro, battitore designato. L'arrivo di Tino Martinez per il cuscino di prima e il previsto utilizzo di Placido Polanco all'esterno sinistro ha convinto La Russa a lasciare definitivamente nell'angolo caldo la sua giovane stella, dichiarando che è questo il ruolo dove potrà veramente eccellere.

L'interbase di Montreal Orlando Cabrera soffre di ernia del disco e dovrà rimanere fermo almeno una settimana per smaltire gli effetti di una cura a base di cortisone somministratagli dai sanitari degli Expos. Le sue condizioni non parrebbero comunque tali da far prevedere interventi chirurgici.

I Colorado Rockies potrebbero perdere parte delle quote loro spettanti dai diritti televisivi, se non metteranno a posto la loro situazione debitoria. Nonostante i tagli al proprio budget operati durante l'inverno, Colorado non è ancora in regola con le normative delle Majors, che prevedono un tetto massimo di debiti pari al 40{5a5ca348a9886c03e083afad07acf536cf4ff47ced428a9fdf50e7cc8419d018} del valore di una franchigia.

Come quasi tutte le squadre, anche i Texas Rangers stanno provvedendo in questi giorni a sfoltire la propria rosa, assegnando diversi giocatori alle affiliate di minor league. Tra i sei giocatori “retrocessi” da Texas, spicca il nome del giovane terza base Mark Texeira, prima scelta dell'organizzazione nel draft di giugno. I Rangers si aspettano molto in prospettiva da questo 21enne.

L'aggressivo closer dei Mets Armando Benitez ha ringraziato pubblicamente il manager Bobby Valentine dopo essersi aggiudicato il Roland Reliever Award per la National League. Il rilievo di New York ha sottolineato come proprio Valentine lo abbia fatto crescere in questi ultimi anni, spesso difendendolo dai critici, che lo hanno sempre accusato di non essere all'altezza nei momenti chiave della stagione.

Informazioni su Emiliano Raccagni 119 Articoli
26 anni, collaboratore baseball Usa

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.