Fraccari: “Facciamo il grande slam”

Il candidato presidente chiede voti per proseguire sulla strada del rinnovamento

Riccardo Fraccari ha parlato a braccio, prendendo spunto dal proverbio La lingua batte dopove il dente duole, che a suo modo di vedere identifica i concetti più dibattuti nelle scorse settimane: In campagna elettorale la lingua ha battuto sui temi della “concretezza” e della “trasparenza”. Questo è quello che le società ci chiedevano. Chi invece la campagna la commentava, ha espresso la paura del “ritorno del vecchio”.
Fraccari ha motivato la sua candidatura: Il percorso che ho affrontato confrontandomi con il gruppo del quale sono espressione a volte è stato duro, ma in me ha risvegliato qualcosa. Affrontare i problemi e cercare di dare soluzioni mi ha fatto capire che dovevo rimettermi in discussione. Vecchio è chi ragiona con i vecchi sistemi.
Fraccari ha percorso brevemente i capi saldi del suo programma: Campionati forti e nazionali forti. Offrire alle società lo strumento della verifica, che non hanno mai avuto. La Lega deve nascere ma, concretamente, devo dire che all'inizio costerà. Non mi spaventa. Se verremo eletti, ci muoveremo con un calendario già fissato.
Fraccari ha poi espresso il concetto del Federalismo Sportivo: Incontreremo le delegazioni regionali per iniziare con loro un percorso. Vogliamo creare vere e proprie Federazioni Regionali.
Per dare visibilità al baseball e al softball Fraccari ha enfatizzato la necessità di creare eventi: E' importante sfruttare quel che si ha, senza promettere chissà cosa.
Fraccari ha poi chiuso con un appello: Facciamo tutti assieme il 'grande slam' per ricominciare la strada del rinnovamento che si era intrapresa il 21 gennaio e si è subito interrotta.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.