Cinque lungometraggi sul baseball in tv

Inizia La7 con il film Major League

Settimana ricca di appuntamenti televisivi con ben 5 pellicole. Domenica 11 Novembre LA7 alle ore 14:30 propone
il film Major League (la squadra più scassata della lega).
Lunedì 12 Novembre Cinema Stream The Fan (il Mito)ore 7:50.
Sempre il 12 alle ore 2:15 su Tele+Grigio Frequency con repliche su Tele+Bianco il 14 ore 18:35 e il 16 ore 11:05., regia Gregory Hoblit, cast Jim Caviezel, Dennis Quaid, Andre Braugher, durata 120' minuti.
Un thriller fantasy ad alta tensione,dalla trama intrigante e scorrevole.
Il Baseball vi si respira dal primo all'ultimo minuto,nel rincorrersi delle immagini e dei dialoghi.
John Sullivan giovane poliziotto della Grande Mela, divideva col padre morto 31 anni prima una grande passione per i Mets, nell'anniversario della scomparsa del padre ritrova nello scantinato un vecchio baule,con una vecchia atrezzatura da radio amatore del padre Frank, pompiere perito in circostanze poco chiare in un violento incendio.L'aurora boreale compare nei cieli di New York, la radio magicamente si accende,comincia il dialogo tra i due, John scopre che dall'altro capo cè Frank suo padre.
Frank evita con i suggerimenti del figlio la morte,così facendo pero'cambia il suo futuro…
Ancora il 12 Duel tv (gold box canale 314,italtel canale 24) ore 12:00.
Partita con la morteun triller con Roy Scheider.
Il film è incentrato su un Killer che colpisce ogni qualvolta la squadra di Baseball della sua città vince una partita, Roy Scheider è il poliziotto che lo bracca.
Rai Tre sabato 17 Novembre alle ore 5:25 (più tardi non si poteva) il superclassico.
L'Idolo delle folle con Gary Cooper.
Lou Gehrig fu un grande uomo e uno dei più grandi giocatori di baseball, fra l'altro detenne il record di partite giocate consecutive (superato solo recentemente da Cal Ripken, Jr). La storia comincia con le vetrine infrante dal giovane Lou, l'università' lo porta al professionismo e anche l'amore in quella cittadina dove viene mandato per crescere tecnicamente, ma un giorno viene chiamato coma riserva negli Yankees, il caso vuole che non si senta bene il titolare Gehrig fa il suo esordio e non lascerà più, solo un male incurabile lo tolse dai campi di baseball, una malattia rarissima che prese il suo nome. Interpretazione maiuscola di Gary Cooper, la scena più toccante è il discorso ai tifosi allo Yankees Stadium. Grande come giocatore, ma tutta la sua vita e' stata ad esempio per tanti ragazzi.

Informazioni su Gigi Zanetti 159 Articoli
Nel 1967, a 10 anni, comincia a giocare a Baseball nel Bologna B.C.Nel 1973 la società si trasferisce a Pianoro, quindi dopo gli anni di giovanile esordisce in serie D nel 1973 e in B nel 1976.Dopo poco tempo decide di intraprendere l'attività di allenatore, prima nel softball con la società Pianoro in serie C poi nella Squirell in A2.Un incontro con vecchi amici lo porterà a giocare ancora in C2 con la Ponticella, conquistando la promozione in C1, dal 1984/1992 fa parte anche dello staff tecnico.Il 1993 lo porta ad allenare negli Athletics Bologna in serie B e conquista i play-off.Nel 1994 come capo allenatore la promozione in A2 con la societa' di Ozzano E NEL 1996 allena a Sasso Marconi come assistente di Marco Avallone.La stagione 1997 e 1998 è in A2 con il Castenaso come coach mentre nel 1999 il salto in A1 nello staff tecnico della Fortitudo Bologna di Marco Avallone come capo allenatore dove raggiungerà il 5° posto in classifica.  

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.