L'Italia demolisce il Sud Africa: 13-0

Finalmente una grande prestazione. Gli azzurri sono stati perfetti in difesa e in attacco. Grande slam di Casolari, la vittoria a Simontacchi

E' stata una prova di forza decisamente importante. L'Italia ha dimostrato questa notte che tra il nostro baseball e i “pesi leggeri”, come la stampa a Sydney aveva ribattezzato Italia e Sud Africa, c'è una bella differenza.

Ambrosioni ha giocato in questa partita il “tutto per tutto”, affidando il ruolo di partente a Jason Simontacchi. L'italo americano del Rimini ha lanciato una buona partita, anche perchè aiutato da un'ottima difesa. Il meglio di sè però gli azzurri lo hanno dato in battuta: le valide in totale sono state 10, con due fuoricampo di D'Auria e Casolari (quest'ultimo addirittura da 4 punti) e 2 doppi, di Sheldon e De Franceschi.
Dopo essere passata in vantaggio in apertura, l'Italia ha chiuso i conti con ben 7 punti alla quarta ripresa. Spingendo ancora sull'acceleratore, gli “Ambrosioni boys” hanno portato al sesto il risultato a dimensioni tali da rendere necessaria una ripresa dopo l'interruzione per manifesta inferiorità. Il Sud Africa è stato costretto a cambiare 4 lanciatori, senza per questo fermare la furia offensiva del nostro “line-up”.
Dopo la giustificata gioia per questa bella vittoria l'Italia torna subito con i piedi per terra. Questa notte gli azzurri se la vedono con il Giappone.
n

nItalia     2 0 0  7 0 4  0 = 13 10bv, 0e nSud Africa 0 0 0  0 0 0  0 =  0  8bv, 0ennClassificanCuba        2-0nStati Uniti 2-0nOlanda      1-1nAustralia   1-1nKorea       1-1nGiappone    1-1nItalia      1-2nSud Africa  0-3nn 

n

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.