Atlanta vince le World series, quanto è romantico il baseball…

I Braves vincono gara-6 (7-0) e conquistano il titolo per la quarta volta. Non accadeva dal ’95 e in questa stagione ne hanno passate di tutti i colori. Ma alla fine hanno trionfato sugli Astros

NBCnews.com (photo by Elsa/Getty Images)
Gli Atlanta Braves in festa per la vittoria delle World Series 2021 dopo aver battuto in garasei gli Houston Astros
© NBCnews.com (photo by Elsa/Getty Images)

Nel famoso film con Brad Pitt che interpreta Billy Beane, il protagonista ripete come un mantra la frase “Come si fa a non essere romantici col baseball”; ce lo siamo chiesti anche noi sapendo che nell’anno della morte di Hank Aaron, ex stella dei Braves tra il 1954 ed il 1974 scomparso ad Atlanta nel gennaio del 2021, i suoi due “allievi” Dusty Baker e Brian Snitker si giocano le World Series ed alla fine la sua Atlanta vince in gara6 il primo anello dal 1995.

“Come si fa a non essere romantici col baseball” sapendo che Atlanta fino al 6 agosto in stagione regolare non era mai andata sopra i .500 e che era una squadra in netta crisi, soprattutto dopo che due tra i suoi pezzi più pregiati erano sulla lista degli indisponibili. Ronald Acuna Jr poco prima dell’All Star Game si infortuna al legamento crociato anteriore e dice addio alla stagione. Poco dopo, il 9 settembre Marcell Ozuna viene sospeso e fermato da un congedo amministrativo dovuto alle accuse di violenza domestica. Per sopperire alle assenze di cui sopra acquista in corso d’opera gli esterni Adam Duvall, Joc Pederson, Eddie Rosario e Jorge Soler, tutti protagonisti assoluti di queste post-season. In particolare Soler, acquistato dai Kansas City Royals, in Missouri aveva una media battuta di .192, spara fuori dal diamante del Minute Maid Park un gigantesco fuoricampo da tre punti al terzo inning che spiana la strada al 7-0 con cui Atlanta chiude i conti ai rivali e grazie al quale viene nominato MVP delle World Series, diventando il quarto giocatore nella storia dei Braves a battere tre “home-run” in una World Series. Prima di lui ci erano riusciti soltanto gli Hall of Famer Hank Aaron (ca van sa dir) nel 1957, Lonnie Smith nel 1991 e Ryan Klesko nel 1995.

Tornando alla partita di ieri, Soler non è stato ovviamente l’unico protagonista della vittoria finale. I fuoricampo di Dansby Swanson(da due punti) e di Freddie Freeman (“solo-shot”), quest’ultimo autore anche di un doppio che ha spinto a casa un punto, sono stati il giusto supporto ad un ritrovato Max Fried che sul monte ha messo insieme uno “shut-out” da sei inning nei quali ha concesso appena 4 valide.

Con il fuoricampo della notte scorsa, il prima base Freddie Freeman ha realizzato il quinto homer in queste postseason eguagliando il record di franchigia stabilito da Fred McGriff nel 1996.

Da parte loro gli Astros non sono mai entrati realmente in partita, con l‘attacco capace di realizzare complessivamente soltanto 6 valide e lasciando agli avversari la conquista delle “Fall Classic” per la seconda volta in tre anni, dopo quella contro i Washington Nationals nel 2019.

I Braves dunque tornano alla vittoria per la prima volta dal 1995, quando sconfissero i Cleveland Indians, ancora in sei partite, riportando il titolo ad Atlanta per la seconda volta da quando la franchigia si è trasferita in Georgia nel 1966. Si tratta del quarto anello di franchigia dopo quelli conquistati nel 1914 a Boston e nel 1957 a Milwaukee.

Informazioni su Andrea Tolla 522 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.