Collecchio pronto a risalire sul massimo palcoscenico dopo 21 anni

Dopo aver disputato una serie di stagioni da protagonista in A2, la società del presidente Carlo Levati ha voluto far fare il salto di qualità ai ragazzi. Il manager Marcello Saccardi: «Partiamo con l’obiettivo di crescere, di migliorare le nostre prestazioni»

Collecchio Bc
Il lanciatore Diego Fabiani
© Collecchio Bc

Il massimo campionato di baseball riabbraccia, dopo 21 lunghissimi anni, il Collecchio Bc che, dopo aver disputato una serie di stagioni in A2 da protagonista assoluto (75 vittorie e 40 sconfitte negli ultimi cinque tornei, con tre vittorie di regular season e due secondi posti), ha deciso di rinverdire le gesta di quell’indimenticabile 1993, disputato con Leonel Carrion alla guida della squadra, schierando i giocatori che hanno portato alla ribalta la compagine negli ultimi tornei di seconda divisione.

Il manager Marcello Saccardi

«Abbiamo pensato che, dopo le belle esperienze in A2, compresa la finale 2019 – sottolinea il manager Marcello Saccardi – i nostri giocatori avessero bisogno di fare un salto di qualità, per migliorare. E così abbiamo deciso di presentare domanda di ripescaggio in A1, pronti a dire la nostra, a giocare per migliorare».

Nelle intenzioni della società collecchiese c’era la volontà di rinforzare la squadra con un paio di stranieri, compreso un lanciatore. L’emergenza sanitaria ha purtroppo costretto a rimettere nel cassetto il pensiero, anche se lo roster guidato da Marcello Saccardi è stato allungato da tre giovani promettenti.

«Si tratta di tre ingaggi – spiega “Meo” Saccardi – in linea con la nostra politica dei giovani. Sul monte ci daranno una mano il destro Diego Fabiani, classe 1997, che ha maturato esperienze importanti con Castenaso e Padova in A1, e il mancino del 1999 Nicolò Pinazzi, reduce da un bel campionato di B con il Milano, che sta per firmare un contratto professionistico con i Cincinnati Reds. Da quest’anno è con noi anche Simone Calasso, 24 anni, un jolly difensivo (può giocare in prima, terza e all’esterno) che ha ben figurato a Bollate (295 di media nella regular season)».

«Per chiudere il mercato – aggiunge Saccardi – stiamo cercando un ricevitore che possa aiutare Lori e Mazza dietro al piatto. Con un gruppo solido abbiamo come obiettivo una crescita tecnica. Vogliamo migliorare il nostro rendimento della serie A2».

Il Collecchio ha disputato negli ultimi giorni una serie di amichevoli con il Parma: «Sono state gare interessanti, che mi hanno detto che siamo una squadra promettente, ma che abbiamo ancora tanta strada da fare».

Inevitabile una domanda sul gradimento dei sette inning: «Non mi è mai piaciuta questa idea. Non voglio fare il tradizionalista, ma sono per i nove inning. E vi dico di più: le riprese che sono state tolte sono solitamente le più calde».

«Diciamo comunque – prosegue Saccardi – che in un’annata particolare i sette inning sono un compromesso per poter disputare trenta partite, con un match infrasettimanale, considerato che i roster si sono accorciati. Il numero di gare in programma diventa comunque un buon allenamento per il futuro. Ci consentirà di valutare i valori delle squadre».

Come sta vivendo Collecchio questo ritorno in A1 a distanza di quasi trent’anni? 

«In società sono contenti, ma anche molto agitati. In un mese e mezzo è stato fatto quello che solitamente si fa in cinque mesi di organizzazione. Per questo cerco di tenere lontano la squadra per non farle sentire la pressione. Siamo pronti alla riapertura, tenendo ben presente il fatto che dobbiamo rispettare un protocollo per far sì che tutto fili liscio».

IL ROSTER DEL COLLECCHIO

•Lanciatori: Diego Fabiani, Romano Bertolini, Nicolò Pinazzi, Manuel Santana, Edoardo Acerbi, Lorenzo Dallaturca.

•Ricevitori:  Maicol Lori, Alessio Mazza.

•Interni: Leonardo Alfieri, Luca Coffrini, Tommaso Battioni, Davide Benetti, Andrea Pasotto, Luca Ferrarini. 

•Esterni: Pietro Mantovani, Simone Calasso, Davide Trolli, Filippo Valenti.

Staff tecnico: Marcello Saccardi manager; Saccò, Gallusi, Fanfoni, Paini e Montanini coach.

Maurizio Caldarelli
Informazioni su Maurizio Caldarelli 451 Articoli
Giornalista del quotidiano "Il Tirreno" di Grosseto, collabora anche con la Gazzetta dello Sport.