Division Series al via con Braves-Cards e Dodgers-Nats

Con le gare tra Atlanta e St. Louis da una parte e Los Angeles-Washington dall’altra in programma questa sera, prendono il via le 26esime Division Series della National League. Miles Mikolas e Patrik Corbin debuttano in post-season

Dodgerblue.com (Steve Mitchell-USA TODAY Sports)
© Dodgerblue.com (Steve Mitchell-USA TODAY Sports)

Prendono il via questa sera le Division Series con le sfide (al meglio delle 5 gare) tra le quattro franchigie che si contenderanno la leadership della National League. La prima volta risale al 1981 a causa dello sciopero dei giocatori verificatosi a metà stagione. Alla ripresa del campionato si decise di assegnare la vittoria della Division al primo classificato prima dell’interruzione e riprendere con un altro mini-campionato post-sciopero facendo poi scontrare le quattro prime classificate per ogni lega con le Division Series al meglio delle 5 partite. Nel 1995 si decise poi di riprendere le Division Series dopo la riforma dei campionati e la creazione della terza Division per ogni Lega. Da allora sempre al meglio delle 5 gare con il metodo di assegnazione del vantaggio sul campo di casa che si è andato modificando fino al 1998, anno in cui venne utilizzato il metodo in vigore oggi del 2-2-1, le prime due partite e l’eventuale gara-5 in casa di chi ha il miglior record in regular season.

Atlanta Braves (97-65) – St. Louis Cardinals (91-71)

Questa serie mette di fronte le due franchigie con il maggior numero di presenze nelle NLDS. I Braves, che non vincono una serie di play-off dal 2001, sono alla 15esima apparizione, mentre i Cardinals alla 14esima, in condominio con i Dodgers. Molto diversi gli esiti visto che Atlanta ha superato il turno per 6 volte su 14, con un record complessivo di 27 vittorie e 23 sconfitte, contro le 10 su 13 di St.Louis composto da 33 vittorie e 18 sconfitte. Nonostante le tante partecipazioni nelle NLDS, le due squadre si sono incrociate in questa competizione soltanto nel 2000 con i Cardinals che ebbero la meglio con uno sweep da 3 (7-5 e 10-4 in quel di St.Louis e 1-7 nell’unica partita giocata ad Atlanta). Gli altri precedenti in gare di post-season delle due squadre riguardano le Championship Series del 1982, con la serie chiusa sul 3-0 a favore dei Cardinals, e del 1996, con i Braves che ebbero la meglio in gara7 e la più recente Wild Card del 2012 che vide i “Cards” avere la meglio sui “Bravos” per 3-6 al Turner Field. Nel corso della regular season Cardinals e Braves si sono affrontati in due serie da tre disputate entrambe a maggio, ed in entrambe le serie ad avere la meglio è stata Atlanta per 2-1 per un totale complessivo di 4 vittorie e 2 sconfitte.

I lanciatori partenti scelti per gara1 sono Dallas Keuchel per i padroni di casa e Miles Mikolas, alla sua prima esperienza in gare di post-season, per gli ospiti. Keuchel, a quasi quattro mesi dal suo ingaggio dai free-agent, è pronto per affrontare la sua decima partenza in gare di post-season. Nei nove precedenti il 31enne mancino ha messo insieme 4 vittorie e 2 sconfitte con una media ERA di 3.31 e 48 strike-out in 51.2 inning lanciati. Dopo il Cy Young Award di American League del 2017, anno nel quale vinse le World Series con gli Astros, non sono stati comunicati altri partenti dai Braves, ma è possibile che in gara2 toccherà a Mike Foltynewicz, ancora alla ricerca di una vittoria in gare di post-season (0-1 con 7.50 di media PGL nei due precedenti), e gara3, la prima che si giocherà a St.Louis, al 22enne Mike Soroka, all’esordio assoluto in gare di post-season, che in trasferta questa stagione ha avuto una media PGL di 1.55 in 16 partenze. Sulla rotazione dei Cardinals c’è il silenzio assoluto anche se trapela un poco di timore per la scelta di Mikolas in gara1 vista la non eccellente stagione regolare chiusa con 9-14 (record di sconfitte in stagione regolare), ed una media PGL di 4.16, anche se a settembre in 25.2 inning lanciati ha realizzato 25 strike-out con una media PGL di 3.31. L’unica certezza è indisponibilità di “Flare” in gara1, utilizzato domenica scorsa per battere i Cubs ed aggiudicarsi la vittoria della Central Division. Molto probabilmente il 23enne verrà utilizzato in gara2 o meglio ancora in gara3 all’esordio casalingo.

Los Angeles Dodgers (106-56) – Washington Nationals (93-69)

La curiosità legata a questa serie riguarda il fatto che entrambe le franchigie erano presenti nelle Division Series del 1981, anche se allora la franchigia di Washington era a Montreal (gli Expos si sono poi trasferiti a Washington cambiando nome nel 2005), ed entrambe si imposero sugli avversari di allora in gara5. Los Angeles arriva per la 14esima volta, la settima consecutiva, a questo appuntamento che non manca oramai dal 2012, mentre per Washington si tratta “soltanto” della sesta partecipazione. Molto diversi gli esiti delle due franchigie che si erano già scontrati nelle NLDS nel 2016 con LA che si è imposta al termine di una drammatica gara5 terminata 4-3 per i californiani che avevano il vantaggio di giocare in casa. Nei tredici precedenti i Dodgers sono approdati alle Championship per 7 volte mettendo insieme complessivamente 25 vittorie e 24 sconfitte, mentre i Nationals su 5 tentativi sono andati avanti soltanto nel 1981, quando la franchigia era a Montreal. In regular season si sono affrontate in due serie. Una da 4 giocata a Los Angeles e terminata 2-2 in maggio e l’altra giocata a Washington e terminata 1-2 per i Dodgers a luglio

Questa sera i partenti saranno il mancino Patrik Corbin, esordiente in gare di post-season per Washington e Walker Buehler per i padroni di casa che, sebbene sia di cinque anni più giovane, può già contare quattro apparizioni ai play-off, anche se senza ottenere vittorie (0-1 con 3.80 di media PGL). Clayton Kershaw che dovrebbe essere il partente di gara2 ed il “papabile” Cy Young Hyun -Jin Ryu pronto per gara3.

 

Andrea Tolla
Informazioni su Andrea Tolla 466 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.