Tre fuoricampo fanno volare l’Italia nella sfida contro l’Austria (10-1)

Le legnate di Maggi e Andreoli e il grande slam di Colabello bastano agli azzurri per avere ragione di un avversario che ha chiuso con lo stesso numero di valide e che sul 4-1 ha riempito le basi con un solo eliminato. Per i ragazzi di Gerali buon test in vista della Spagna

Ezio Ratti/NADOC
Il fuoricampo di Drew Maggi che ha portato in vantaggio l'Italia
© Ezio Ratti/NADOC

L’Italia prosegue la marcia imbattuta nel girone B degli Europei in svolgimento sui diamanti tedeschi di Bonn e Solingen, superando l’Austria per 10-1, in un confronto che i ragazzi di Gilberto Gerali hanno praticamente risolto nel primo terzo di gara con i fuoricampo di Drew Maggi e John Andreoli (il migliore a 3/4), due dei giocatori arrivati dagli Usa per dare maggior spessore al line-up azzurro.

La terza vittoria degli azzurri contro la nazionale biancorossa, però, non è stata una passeggiata: gli austriaci, guidati da Sakanashi, si sono dimostrati complesso in crescita e  per lunghi tratti della gara hanno battuto più di Vaglio e compagni, che nel finale hanno allargando il divario, grazie anche al grande slam di Chris Colabello, l’ottava hit del confronto, che è servita tra l’altro a pareggiare i conti con gli avversari (8-8). Un test importante, insomma, in vista del duello di martedì pomeriggio alle 15 contro la Spagna, un match che in palio non ha soltanto il primato nel girone.

Gli azzurri sono passati in vantaggio al 1° con il lead-off Drew Maggi che incoccia il lancio di Letouze e lo spedisce in linea oltre la recinzione di sinistra. Il raddoppio arriva nello stesso attacco: Koutosoyanop riceve la base, corre in terza sul doppio di Andreoli e segna sulla battuta in diamante di Beppe Mazzanti. La corsa dell’Italia è proseguita nel secondo turno con il 3-0 a firma del capitano Alessandro Vaglio. Il seconda base viterbese firma un singolo, ruba la seconda, avanza in terza sul “fly” di Maggi e segna su un lancio pazzo.

La nostra nazionale cala il poker al 3° con un solo homer di John Andreoli, che sta dimostrando tutto il suo valore in questa prima fase della rassegna continentale, che spedisce la pallina oltre il centro del diamante. Il partente austriaco, mette in base, a suon di ball, Reginato e Mineo ma riesce a chiudere senza altri danni.

Andrea Pizziconi, lanciatore vincente (Ezio Ratti)

Nella parte alta del quarto inning si vede anche l’Austria che riesce ad accorciare le distanze con tre valide sul partente Andrea Pizziconi: Obed e Samuel Hackl battono valido e grazie ad una palla mancata si sistemano in seconda e terza. Moritz Hackl batte sul terza base Maggi che ha un’indecisione e consente a Obed di segnare il 4-1.

Al 5° spreca una buona occasione per avvicinarsi ancora: Zimmerle, Talir e Frick caricano le base con una valida a testa e un out, ma Pizziconi (7bv in 5rl) chiama al lavoro la difesa per chiudere senza punti.

Al sesto nuovo allungo azzurro: Epifano (base) va a punto su un lancio pazzo del rilievo Astl, mentre il singolo di Andreoli fa segnare il 6-1 a Koutosoyanop. All’ottavo l’Italia dilaga, con una sola battuta, un lungo fuoricampo sulla destra di Chris Colabello, che porta a casa Epifano (colpito), Koutosoyanop e Maggi (in base per ball). I rilievi di Aldegheri, Crepaldi e Rivera hanno tolto ogni possibilità all’Austria di rifarsi sotto.

IL TABELLINO

RISULTATI

LE CLASSIFICHE

LE STATISTICHE DEGLI AZZURRI

Maurizio Caldarelli
Informazioni su Maurizio Caldarelli 396 Articoli
Giornalista del quotidiano "Il Tirreno" di Grosseto, collabora anche con la Gazzetta dello Sport.