Cuba si rimette in corsa per il bronzo

I caraibici travolgono il Messico con un attacco da tredici valide (3/3 Saez con 2 fuoricampo e 5pbc), mentre Prieto e Rodriguez ne concedono solo 5.

WBSC
Uno dei punti di Cuba al Messico, segnato da Saez, il primattore tra i caraibici
© WBSC

Cuba torna prepotentemente in corsa per la medaglia di bronzo infliggendo una pesante sconfitta al Messico (10-0) nel primo incontro sul Super Round.

I caraibici, che ottengono la prima vittoria nella classifica della seconda fase, hanno disputato una gara perfetta, andando a segno in tutte e sei le riprese disputate, con un attacco che ha collezionato ben tredici valide, mentre i lanciatori Alejandro Prieto (4 in 4 riprese e 58 lanci, di cui 40 strike) e Yeison Rodriguez (1bv) ne hanno subite appena cinque. Cuba ha avuto anche una difesa migliore degli avversari (3 errori contro 1) in un incontro che non ha mai avuto praticamente storia: al 1° attacco Christian Saez ha iniziato la partita perfetta (3/3 con 5pbc) firmando un doppio che ha spinto a casa Cruz. Lo stesso Saez, al 2° con un singolo, ha firmato due dei tre punti messi insieme dalla sua nazionale. Con un fuoricampo da due punti di Saez i cubani si sono portati sull’8-0 già nella quarta frazione. Nel finale, con un Messico ormai rassegnato al ko, sono arrivati gli ultimi due punti per i ragazzini guidati da Raul Rodriguez, che hanno mostrato anche dei numeri difensivi davvero splendidi.

Due valide a testa sono state messe anche da Alonso Prieto (2/3) e Alejandro Cruz (2/4). Per i messicani due hit sono partite dalla mazza di Roberto Beaven (2/3), le altre da quella di Josè Lavagnino, Yustin Canizales (il protagonista principale della vittoria con gli Stati Uniti) e Sebastian Baquera.

Il tabellino

Maurizio Caldarelli
Informazioni su Maurizio Caldarelli 396 Articoli
Giornalista del quotidiano "Il Tirreno" di Grosseto, collabora anche con la Gazzetta dello Sport.