Giants al bivio, Yankees e Dodgers senza rivali

San Francisco rientra in corsa per la post-season, ma ora si teme il mercato in uscita. Los Angeles e New York (miglior record in MLB) a spron battuto. La situazione a poco più di 2 mesi dal termine della regular season 2019

Baseball.it
Alex Cora, allenatore dei Boston Red Sox
© Baseball.it

La sconfitta con cui questa notte i Giants hanno chiuso la serie da 3 contro i Cubs non sminuisce un luglio a dir poco esaltante per San Francisco che con un parziale di 16 vittorie (di cui 6 agli extra-inning) e 4 sconfitte si rimette in piena corsa per la post-season. Nel suo ultimo anno da manager Bruce Bochy sembra aver trovato la giusta chiave motivazionale per la squadra e ora nella Baia sono in fibrillazione per vedere se in questi ultimi giorni di mercato la proprietà cercherà di sistemare il roster per concorrere ai playoff o preferirà monetizzare cedendo i pezzi pregiati. Certo è che il 52-51 fin qui raccolto, pur tenendo la franchigia lontano (14.5) dalla vetta della West Division, ancora saldamente in mano ai Dodgers che con 67-37 hanno il miglior record della MLB, consente ai Giants di sognare l’accesso alle wild-card visto i -3 che la separano dalla qualificazione. La classifica che determina l’accesso dalla porta di servizio ai play-off in National League è molto complicata visto che sono tutti ancora potenzialmente in ballo. Dietro al duo Washington-St. Louis che guida il ranking con i Nationals avanti di una partita rispetto ai Cardinals, c’è praticamente tutta la lega, eccezion fatta per i Marlins. Le più vicine sono Philadelphia (-0.5) e Milwaukee (-1.5), le più lontane Mets e Pittsburgh a -8.

Anche nella Central Division della National League regna l’incertezza. I Cubs sono ripartiti bene dopo l’All Star Game e forti di un calendario che prevedeva 3 serie interne, hanno realizzato uno sweep su Pittsburgh e vincono 2 partite a 1 contro Reds e Padres, per poi trovare i soliti problemi in trasferta con la sconfitta 2-1 nella serie da 3 a San Francisco. Il problema del roster di Maddon infatti è che mentre a Chicago hanno un ragguardevole record (36 vittorie e 18 sconfitte), in trasferta si fermano ad un terrificante 19-29. Dietro i Cubs ci sono i Cardinals a -0.5 ed i Brewers a -2 e da domani i Cubs andranno a far visita ad entrambe le franchigie in due serie da 3 che promettono scintille.

Più tranquilla sembra la situazione nella East Division di NL con i Braves avanti a tutti con 60-43, anche se la doppia sconfitta nella miniserie da 2 a Kansas City genera qualche preoccupazione ad Atlanta, visto anche che i Nationals sembrano aver ritrovato entusiasmo e continuità. Dopo aver pareggiato lo scontro diretto nella serie da 4 contro i Braves ad Atlanta, i “Nats” sweepano Colorado in casa ed ora sono a -4 dalla vetta, con i Phillies a -5.5 che da domani ospiteranno proprio i Braves.

Nella American League sono gli Yankees ad avere il miglior record della lega grazie alle 66 vittorie e 35 sconfitte fino ad oggi accumulate che consentono a New York di avere un rassicurante vantaggio sui pretendenti alla East Division. I Rays, secondi in classifica, sono a -10, mentre i Red Sox sono a -11.

Le due franchigie, in piena lotta per la wild-card, si sono scontrate proprio in questi giorni e il 2-1 con cui Boston si è imposta nella serie da 3 giocata al Fenway, consente ai detentori dell’anello di continuare a sperare nell’accesso alla post-season. Nella corsa alla wild-card della American avanti a tutti c’è Cleveland (59-42) con Oakland ad occupare la seconda ed ultima posizione utile per il passaggio ai play-off. Dietro gli A’s scalpita il duo della East Tampa Bay-Boston, rispettivamente a -1 e -2 con gli Angels a -4 ed i Rangers, che nelle ultime 10 gare hanno riportato 9 sconfitte, a 6.5.

Tornando a Oakland, la sconfitta per 2-1 nella serie da 3 giocata a Houston allontana forse definitivamente qualunque velleità di poter concorrere alla vittoria del “pennant” della West Division della American. Houston con 66 vittorie e 38 sconfitte tiene i californiani, secondi nel girone, a -7.5 ed ora è chiamata ad una difficile trasferta di Interleague contro St. Louis.

Nella Central Division della American League prosegue la marcia di avvicinamento degli Indians ai Twins, ancora leader del girone con 61 vittorie e 40 sconfitte. Minnesota è in flessione e le 3 vittorie nelle ultime 10 gare lo dimostrano. Di contro Cleveland nello stesso periodo mette insieme ben 8 successi e ora il distacco tra i due è di sole 2 lunghezze.

 

Andrea Tolla
Informazioni su Andrea Tolla 466 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.