Godo fa il pieno con Redipuglia, giochi fatti per i playoff

I due ko dei Rangers hanno spalancato le porte della semifinale per il Parma. A San Marino manca un successo per la post season. Il Nettuno ritrovato può diventare la mina vagante nella volata scudetto

Lauro Bassani (Photobass)
Jose Escalona (Rangers Redipuglia)
© Lauro Bassani (Photobass)

Giochi fatti in chiave playoff nel campionato di serie A1. La doppietta del Godo a spese dei Rangers Redipuglia (6 vittorie in otto gare prima di questo fine settimana) ha virtualmente chiuso il discorso per le prime quattro posizioni. I ragazzi di Frank Pantoja, che sono comunque ancora in vantaggio per la conquista di uno storico quinto posto (undici anni fa, all’esordio, arrivarono solo due vifforie), per partecipare alle semifinali dovrebbero fare il pieno con Nettuno e San Marino e sperare in un doppio scivolone dei sammarinesi con Godo, la formazione che ha interrotto la striscia vincente del Bologna che durava da dieci partite. Il bomber Martini (con una media di 435 e 6 homerun e’ il miglior battitore della lega) e compagni proveranno fino in fondo a nutrire il sogno, ma comunque vada sarà stato un successo.

La quinta di ritorno ha restituito al torneo il Nettuno City che, un volta ritrovata la serenità economica dopo l’intervento del sindaco e di Pillisio, è tornata ad essere la supersquadra che, prima di arrendersi al Bologna con un organico all’osso, aveva messo insieme otto vittorie di fila. Il City ha consolidato il secondo posto contro il Parmaclima, andando vicino addirittura all’enplein, grazie ad una rimonta dall’1-8 al 7-8. (con tre punti al 7° e tre al 9°). L’infortunio di Taschini ha penalizzato i laziali che alla fine hanno battuto 12 vale contro le 9 dei ragazzi di Poma, che grazie al Godo hanno già in tasca il pass per la volata scudetto. E se Mazzanti e compagni potranno pensare solo a giocare fino alla fine della stagione le rivali dovranno stare attente contro un avversario che puo’ essere capace di qualsiasi exploit.

Castenaso infine continua ad onorare la stagione. I ragazzi di Marco Nanni hanno vinto gara1 contro San Marino, mentre nel secondo duello hanno dovuto fare i conti con un innarrestabile Mattia Reginato, che nelle prime due frazioni ha indirizzato la gara con due fuoricampo e sei punti battuti a casa. Per il nove di Mario Chiarini, volata sul 10-0 dopo un terzo di gara, è stato un gioco da ragazzi portare a casa un successo forse decisivo per la conquista di un posto nei playoff. E Ale Maestri ha festeggiato la quarta vittoria della stagione.

Nel penultimo weekend torna in campo anche la regina Bologna, caduta solo tre volte fino a questo momento. La fase calda della stagione è insomma in arrivo. L’UnipolSai gode i favori del pronostico, ma attenzione, tutto può succedere.

Maurizio Caldarelli
Informazioni su Maurizio Caldarelli 396 Articoli
Giornalista del quotidiano "Il Tirreno" di Grosseto, collabora anche con la Gazzetta dello Sport.