Xander sfida Didi, Londra si dipinge d’arancio

I due olandesi hanno giocato assieme da ragazzi e oggi sono avversari, pur nello stesso ruolo con Red Sox e Yankees. L’emozione della prima sfida MLB in Europa, l’attesa e i tifosi orange. Gregorius artista: Boone racconta della vigilia al pianoforte

Seb Visser (honkbalsite.com)
Didi Gregorius e Xander Bogaerts
© Seb Visser (honkbalsite.com)

Xander Bogaerts e Didi Gregorius. C’è anche un pò d’Olanda alle London Series 2019. La Nazionale è la stessa (vinto il Mondiale 2011 sono stati nominati anche Cavalieri dell’Ordine di Orange-Nassau), giocano nello stesso ruolo con le rispettive squadre ma oggi e domani saranno uno contro l’altro. Aspettando il playball di garauno tra Boston e New York– anche a Londra c’è caldo torrido – i due orange si soffermando sull’importanza di queste prime sfide europee della MLB.
Xander Bogaerts, .298 di media battuta, 15 fuoricampo e 55 punti prodotti in 79 partite giocate con i Red Sox racconta:”Ci incontriamo regolarmente e parliamo delle gare tra Yankees e Red Sox, ma siamo sempre al Fenway Park e allo Yankee Stadium. Stavolta è molto diverso. So che oggi ci saranno diversi tifosi provenienti dall’Olanda, non li ho ancora visti ma mi aspetto di vedere subito tanto colore arancione. Speriamo davvero di divertire tutti”.
Gli fa eco Didi Gregorius, .271 di media battuta, 2 homerun e 4 punti prodotti in 15 gare con i New York Yankees: “Divertimento, puro divertimento, all’Olympic Stadium. Ci sono i nostri tifosi, i nostri amici, i nostri familiari.Verrà tanta gente a vederci, è importante che sia la Gtrane Bretagna che l’Europa vedano che ci sono altri sport conme il baseball che meritano attenzione. Non possiamo forzare nessuno a diventare un fan del baseball, ma spero che la nostra presenza a Londra aiuti a promuovere il baseball. Bello essere qui vicini all’Olanda e che in molti verranno a vedere me contro Xander. Abbiamo giocato assieme da ragazzi e oggi siamo contro, voglio propruio vedere dove siamo arrivati”.
Aaron Boone, manager degli Yankees, si è detto davvero sorpreso della passione che bambini, genitori ed altri hanno mostrato in questi giorni con la speranza che spinga la diffusione del baseball. E racconta anche dello straordinario Didi Gregorius, un artista oltre che campione, capace di trascinare lo spogliatoio e fare squadra, come ad esempio l’altra sera quando in hotel ha suonato magistralmente il pianoforte per tutti: “E’ uno dei nostri leader, non c’è dubbio”.

Filippo Fantasia
Informazioni su Filippo Fantasia 625 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.