Stefano Michelini lascia la presidenza della Fortitudo

Alla guida del club bolognese dal 1999 al 2004 e poi dal 2009 ad oggi, lascerà ufficialmente la carica fra qualche mese. Non sarà lui però a sovrintendere al prossimo mercato

baseball.it
Michelini in occasione della presentazione dell'Unipolsai di quest'anno
© baseball.it

Stefano Michelini non sarà più il presidente della Fortitudo Baseball Bologna. Lo ha annunciato nel corso del programma “Ultimo inning”, su Radio Nettuno, la radio che segue le partite del club bolognese. Evidentemente per poter dire l’ho detto prima senza suscitare eccessivo clamore. Contattato direttamente ci ha confermato la notizia, senza però aggiungere altro, rimandando tutto a una nota ufficiale in calendario per i prossimi giorni.
La sola cosa che ci ha detto che che non ha voluto che si potesse dire che lascia perché ha perso (Coppa dei Campioni o campionato che dir si voglia) o nella stessa misura “da vincente”, in un caso o nell’altro.
A quanto abbiamo saputo la presidenza di Michelini scadeva quest’anno e la conferma è stata accettata/concordata sotto condizione. A tempo determinato. Sapendo già che a fine stagione, a fine anno, o al massimo dopo la presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al 2019, il testimone lo avrebbe preso qualcun altro. Anzi prima ancora in Fortitudo già si è lavorato in questa prospettiva, dividendosi i compiti in maniera diversa. Quel che è sicuro è che il prossimo mercato del club petroniano non sarà sotto la sua supoervisione.
“Dietro” non parrebbe esserci nulla. Nessuna divergenza, anche solo di opinioni, nessuna visione diversa. Solo voglia di tirare un attimo il fiato. Sicuro è, in ogni caso, che se anche così non fosse, non lo verrebbero certo a dire a noi. Vedremo andando avanti se verrà fuori qualcosa di diverso.
In una società come è oggi la Fortitudo Bologna, una cooperativa, l’uscita di scena del presidente è meno traumatica che in altre situazioni. Anche se il presidente è quello che ha tenuto il timone dal 2009 (3 scudetti, 3 Coppe dei Campioni, 5 Coppe Italia), e in precedenza dal 1999 al 2004 (1 scudetto e 1 Coppa Kitalia).
Se veramente è tutto “normale”, ovvio, non lo capiremo dalla “nota” promessa, lo vedremo quando arriverà il prossimo inverno. Al momento sarebbe già tanto capire chi ne raccoglierà l’eredità nella carica, ma non ci sono exit-poll in proposito.

Mino Prati
Informazioni su Mino Prati 660 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.