I Rangers si prendono il bis a Castenaso

L’Autovia non riesce a recuperare quattro punti incassati nel primo inning. Molina risponde a Deotto, i bolognesi arrivano a una sola lunghezza con tre uomini a casa base al 9°, ma non basta

Lauro Bassani - PhotoBass
Alessandro Deotto
© Lauro Bassani - PhotoBass

Anche in Gara 2 i Rangers cominciano con il vento in poppa, segnando 4 punti nella prima ripresa grazie alle valide di Contreras, Martini e il gran fuoricampo di Deotto in campo opposto.

Il Castenaso prova a reagire ma viene tenuto a bada da un ottimo Pirvu per sette riprese dove concede un unico punto mettendo a segno ben nove strikeout e viene rilevato bene da Cespedes che fa da setup per la nona ripresa dove le cose si complicano:

Si comincia con Simone Bazzarini sul monte che, con un uomo in prima, infila due bellissimi strike out. Quindi con due out sul tabellone, uomo in prima e il conteggio di un ball e uno strike ecco l’evento che complica la situazione: durante un lancio, Simone lancia un’urlo e si accascia a terra. Una rapida analisi permette di scongiurare un grave infortunio anche se il lanciatore bisiaco è obbligato ad uscire dal campo zoppicando a causa di un problema muscolare.

Subentra Enrico Varin che si scalda rapidamente.

Sul punteggi di 1 a 1 Varin non riesce ad evitare la base ball la situazione diventa di due out, con uomo in prima e seconda e a battere Rolexis Molina, uno dei migliori battitori avversari. Enrico e Molina ingaggiano un duello all’ultimo sangue dove sul punteggio di due ball e due strike, ad un lancio della fine della partita, il campione cubano colpisce una linea profonda che diventa un fuoricampo, 5 a 4.

Una situazione difficile per chiunque, ad un lancio dalla vittoria trovarsi gli avversari con il fiato sul collo non è facile. Ma bastano quattro lanci per festeggiare il secondo successo di giornata.
Ultima cosa: con queste due vittorie, i Rangers eguagliano il record di due vittorie in Serie A1 fatto nel 2008
Sul fronte Castenaso invece da vedere l’entità della squalifica di Infante, espulso al termine del sesto inning per proteste.