Ancora Nettuno City, ma alla fine di un percorso incredibile

Fulvio Vecchiarelli
Nettuno City - Castenaso

Partita bellissima e tirata per tutte le sue oltre quattro ore di durata. Castenaso, azzerato completamente il “ko” della sera precedente, si ripresenta allo “Steno Borghese” dopo aver assimilato le nozioni fondamentali per poter impostare una gara gagliarda contro la quotatissima Nettuno City.

Al prepotente avvio dei locali, che volano sul 3-0 nel primo inning, fa da contraltare la reazione di Castenaso che prima accorcia sul 3-1 nella seconda ripresa, per poi cogliere il pareggio nel proprio terzo turno d’attacco con un grande Venturi la cui valida vale il momentaneo 3-3.

Nel sesto inning Castenaso costruisce le basi per la possibile fuga mettendo la freccia con un grande Loardi che mette a segno un triplo picchiando duro e mandando a punto sia Alfinito che Infante. Da segnalare, in una ripresa praticamente perfetta anche la valida di Ambrosino e la tripla di Peraza. Una sesta ripresa da incubo per il lanciatore Teran vale il 5-10 in favore degli ospiti. Solo un fuoricampo di Vinicio Sparagna, che ricuce sul 6-10, impedisce, alla sesta ripresa, di divenire un perfetto connubio fra attacco e difesa con gli ospiti autori di ben 13 valide contro le sei dei locali.

Castenaso appare padrone della gara: il fuori campo di Ambrosino su Richetti, vale il 6-12. A riaprire la contesa, in un settimo inning da incubo per i bolognesi, Sono i tre fuoricampo di Ustariz e Spragna ed Angulo e la pioggia di valide, complice l’uscita dal campo di Andretta ribalta nuovamente il punteggio sul 15-12 in favore di Nettuno. E’ la mazzata decisiva: Nettuno chiude il match sul 18-12 e punisce un buon Castenaso oltre i propri demeriti.