Scatta a Barranquilla e Monteria un super Mondiale under 23

Il torneo che chiude la stagione della WBSC assegnerà 690 punti alla nazionale vincitrice. Fraccari: "Le stelle sul diamante garantiscono un livello altissimo". Olanda e Repubblica Ceca rappresentano l'Europa

La meglio gioventù del baseball internazionale si affronta da venerdì 19 sui diamanti di Barranquilla e Monteria, in Colombia, nel Mondiale Under 23, l'ultimo degli eventi organizzati per il 2018 dalla Wbsc. La chiusura dell'anno è con il botto: il palio ci sono 690 punti per il vincitore di questa manifestazione, ma sono previsti numeri importanti per le altre partecipanti, fino ad arrivare ai 60 punti dell'ultima classificata.
Solo il Premier 12 e il World Baseball Classic garantiscono un maggiore punteggio. Un motivo più per le dodici nazionali per cercare di fare più strada possibile e per entrare tra i dodici che nel novembre 2019 in Giappone si affronteranno per conquistare anche i primi posti disponibili per i Giochi di Tokyo 2020.
«Sarà un grande Mondiale – dice il presidente della Wbsc, Riccardo Fraccari – In campo ci saranno parecchi giocatori che fanno parte delle organizzazioni professionistiche e questo garantisce uno spettacolo di altissimo livello dal punto di vista tecnico. La manifestazione, anche se organizzata in ritardo (inizialmente era stata assegnata al Nicaragua), si svolgerà in un paese baseballisticamente in crescita, con lo stadio principale, l'Edgar Renteria di Barranquilla, che è considerato un gioiello del Sud Americana».
«Questo torneo entusiasmante – prosegue Fraccari – conclude la stagione della Wbsc e servirà a definire il ranking per il Premier 12, mettendo a disposizione punti come nessun altro evento giovanile. Mi aspetto una grande battaglia. Il Giappone dovrebbe tornare in testa, a discapito degli Stati Uniti, assenti, che avrebbero voluto lo svolgimento del Mondiale in estate, quando nelle altre nazioni, però, i giocatori sono impegnati».
I favori del pronostico sono proprio per il Giappone, campione in carica, secondo nel ranking mondiale che ha la possibilità di balzare al comando, come ha sottolineato Fraccari, per l'assenza degli Usa. Attenzione però all'Australia, argento nel 2016 a Monterrey (perse la finale con gli asiatici per 10-3), che si presenta con un roster di altissimo livello, con sette reduci dell'esperienza messicana di due anni fa, tra i quali il prospetto dei Detroit Tigers Zac Shepherd (interno), aggiungendo altri ottimi elementi, a cominciare dall'interno Jess Williams e il ricevitore Alex Hall, che fanno parte dell'organizzazione dei Milwaukee Brewers.
Gli Aussie, ottavi nel raking, dovranno vedersela nella fase eliminatoria con la Sud Corea, bronzo nel 2016 e terza potenza mondiale e Portorico (n.10). I maggiori pericoli per il Giappone arrivano invece da Taipei, oro nel Mondiale U21 del 2014 e 5° nel ranking, e dal Messico di Enrique Reyes, che vuole migliorare il quinto posto della passata edizione.
Due le formazioni europee: l'Olanda e Repubblica Ceca, le finaliste dell'edizione 2017 disputata proprio in Repubblica Ceca. Gli Orange s'imposero 10-9 in una finale tiratissima. L'Italia (quindicesima nel ranking mondiale, con 1.135 punti)) non partecipò a quell'Europeo e di conseguenza non sarà al via di questo evento della Wbsc, con la rischio di veder per peggiorare la classifica: alla Colombia (1007) basteranno i 158 punti che vanno alla decima classifica per effettuare il sorpasso, mentre la Rep. Ceca (865) deve arrivare almeno settima e garantirsi i 305 per superare gli azzurri.
Saranno cinquanta partite da gustare tutte d'un fiato. La formula è quella ormai consolidata dalla Wbsc: le prime tre di ogni girone daranno vita, da mercoledì 25 ottobre, sul diamante di Barranquilla, al Super Six, portandosi dietro i risultati della prima fase. Le prime due domenica 28 daranno vita alla finalissima per il titolo mondiale, sempre sul diamante di Barranquilla, in una giornata che sarà aperta dalla finalina per il bronzo.

I DIAMANTI DEL MONDIALE. Come detto in apertura il Mondiale Under 23 si consumerà su due impianti. Il modernissimo stadio Edgar Renteria di Barranquilla, inaugurato lo scorso 31 maggio, è costato circa 33 milioni di dollari: è considerato il più bel diamante di tutto il Sud America, con i suoi 12.000 posti a sedere. «Il baseball – dice il presidente Fraccari – è uno degli sport più popolari in Colombia e devo dire che è stato fatto recentemente un grande lavoro per migliorare le infrastrutture, a cominciare da questo gioiello di stadio». Barranquilla ospiterà il girone A e la fase finale. Il girone B e le gare per le posizioni dal 7 al 12° posto avranno come cornice un altro stadio di altissimo livello, il «12 giugno» di Monteria, la casa dei Leones, formazione che ha vinto tre volte il campionato professionistico colombiano. L'impianto, inaugurato nel 1955 e completamente ristrutturato nel 2012, ha dodici posti a sedere.
I GIRONI. Barranquilla, la città che ha dato i natali alla cantante Shakira (all'anagrafe Isabel Mebarak Ripoll) e all'attaccante di calcio ex Milan Carlos Bacca (conosciuto anche come Il pescatore di Barranquilla, ospiterà come detto il girone A: Giappone, Taipei, Messico, Olanda, Colombia, Sudafrica. Fanno parte del girone B: Sud Corea, Australia, Portorico, Venezuela, Rep. Dominicana, Rep. Ceca.
«I gironi della Coppa del Mondo Under 23 – commenta Fraccari sono molto equilibrati e porteranno a partite entusiasmanti e stimolanti per gli atleti e le squadre nazionali sin dal primo giorno».

IL PRIMO TURNO. L'Opening Day del Mondiale U23 è in programma venerdì 19, con il seguente programma. Gir. A: Taipei-Messico, Sudafrica-Giappone, Olanda-Colombia. Gir. B: Australia-Venezuela, Rep. Ceca-Corea, Rep. Dominicana-Portorico. Alle 19 a Barranquilla è prevista la cerimonia inaugurale.

 

Maurizio Caldarelli
Informazioni su Maurizio Caldarelli 409 Articoli
Giornalista del quotidiano "Il Tirreno" di Grosseto, collabora anche con la Gazzetta dello Sport.

Commenta per primo

Lascia un commento