Avanti con la proposta della FIBS

Due gironi, pool scudetto a sei e su tre partite, obbligo di AFI in campo e sul monte, possibilità di giocare su campi diversi. City assente a Bologna. Imola, Padova e Padule restano in forse

Dall'incontro di ieri a Bologna fra FIBS e squadre aventi diritto pare co possa essere l'ok ad andare avanti grosso modo sulla base della proposta presentata dalla FIBS per la serie A1 2019
Due gironi da sei, seconda fase – forse, ed è la grossa differenza – a sei più sei, richiesta di vedere se si può arrivare a tre "visti" per giocatori stranieri dall'inizio della stagione, una partita con tre AFI in campo compreso il lanciatore. Doppia velocità con tre incontri settimanali nella "pool scudetto". Serie scudetto al meglio delle quattro su sette.
Assente il Nettuno City e Rangers Redipuglia in videoconferenza. Redskins Imola, Padova e Padule restano in forse ma ancora in bilico: non c'è ancora una rinuncia vera e proprio, e almeno una delle tre potrebbe esserci ai nastri di partenza. Rimane però, e grande come una casa, il problema di come arrivare alle famose dodici. Uno spiraglio potrebbe venire dall'ipotesi che gli stadi "dichiarati" come campo di casa dovranno sì essere in regola con le attuali normative per la A1 (illuminazione, materassi protettivi e resto), ma con la possibilità che fra le squadre interessate alle singole partite ci possa essere un accordo per giocare, ad esempio, solo di giorno e/o su un campo diverso.
La decisione definitiva dovrà esser presa dagli stessi club, su una serie di ipotesi definitive messe nero su bianco e sulle quali si andrebbe a votare, in una prossima riunione da tenersi fra fine ottobre e primi di novembre, da chi avrà detto definitivamente di starci.

Mino Prati
Informazioni su Mino Prati 785 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.

Commenta per primo

Lascia un commento