Club Olimpico sì per il baseball

Per l'ammissione vale il Super 6 essendo l'unica manifestazione ufficiale a livello europeo di quest'anno

Per il 2018, fino all'Europeo o fin che ci sarà la possibilità di ottenere la qualificazione ai Giochi Olimpici, i giocatori della nazionale italiana di baseball faranno parte del Club Olimpico del CONI, ovviamente una volta che la cosa sarà stata deliberata dalla Giunta Nazionale. Dovrebbe essere questo il punto fermo. I parametri di ingresso ci sono, mancano solo le formalità.
A noi erano venuti dubbi incrociando due fatti: la prima cosa era che nella tabella con cui il CONI elencava le manifestazioni valide per il 2018 era citato per il baseball un "European Top 6"; la seconda era che il "Super 6", organizzato dalla CEB (la federazione europea del baseball), per la WBSC (la confederazione mondiale baseball softball) era più o meno considerato un torneo amichevole (quanto a punti assegnati nel ranking mondiale).
Abbiamo appreso poi invece da fonte certa e confermata che in realtà quello di inserire il "Super 6" nella tabella CONI è stato un "rimedio" una tantum, indipendente da qualunque valutazione da parte della federazione mondiale, deciso a causa del rinvio al 2019 del Campionato Europeo originariamente in programma per quest'anno che avrebbe lasciato il baseball privo di altre manifestazioni internazionali ufficiali di livello.
Adesso, partendo dai nomi dei 24 giocatori che hanno partecipato al Super 6, si dovrà arrivare alla rosa dei 24 che saranno inseriti appunto nel Club Olimpico, con tutti i benefici che ne conseguono.

Informazioni su Mino Prati 828 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.