Il Canada conquista il bronzo al Mondiale femminile dopo tre tie-break

Gli Stati Uniti, ancora fuori dal podio, vanno subito in vantaggio, subiscono il sorpasso dal fuoricampo della Gelinas, pareggiano ma nei primi due supplementari sprecano e vengano puniti al 10° inning

VIERA, Florida – Il Canada rimane sul podio al Mondiale femminile organizzato dalla Wbsc a Viera (Florida), pur scendendo dal secondo al terzo posto rispetto all'edizione 2016 in Sud Corea. Le ragazze di André Lachance si sono imposte (8-5) sugli Stati Uniti in una finale per il terzo e quarto posto risolta solo al decimo inning, dopo tre tie-break. Le nordamericane hanno vinto in rimonta, grazie anche ad un fuoricampo da tre punti. Le statunitensi, partite con l'obiettivo di arrivare alla finale, mettono al collo per la seconda volta consecutiva una medaglia di legno piena di rammarico, anche per le occasioni gettate al vento nella finale di consolazione.
Gli Stati Uniti sbloccano il risultato al primo tentativo: la lead-off Jade Gortarez segna il primo punto sul singolo al centro della Cobb, dopo essere arrivata in prima per ball e in terza sull'errore della lanciatrice Asay. Il raddoppio è firmato dalla Underwood sul colpito della Kimbrell.
Il Canada apre il secondo attacco con il gran doppio di Valcke, che rimane però in terza base.
Dopo tre inning dominati da lanciatrici e difese, la gara cambia volto al quinto, nel quale il Canada effettua il sorpasso: Brittany Schutte mette in base Ross (ball) e Luchanski (colpita) e Daphnée Gelinas le porta a casa con un lungo fuoricampo a destra. Le nordamericane provano ad allungare sul rilievo Meidilinger con due valide ma la difesa fa buona guardia. Al cambio di inning gli Stati Uniti mettono in terza la Lansdell ma dal dugout esce la Schroeder che chiude senza danni. Al 7° la gara torna in perfetta parità: le Usa aprono il settimo attacco con il singolo della Gortarez (2/4), fatta avanzare in seconda con un bunt di sacrificio di Amanda Gianelloni e va a segnare sul doppio di Malaika Underwood, che arriva in terza su un errore di tiro del lanciatore, ma la difesa effettua la terza eliminazione. L'ottavo inning si chiude senza un nulla di fatto: Psota fa avanzare le compagne in seconda e terza, ma il doppio gioco della Flannigan vanifica tutto. Gli Stati Uniti pienano le basi con un bunt e una base intenzionale, ma non riescono a portare a casa nessun corridore. Non succede niente nemmeno nella nona ripresa.

La finalina si decide al 10°: il bunt vincente della Luchanski piena le basi (con l'ausilio dell'instant replay); la valida di Gelinas (3/4 con 4 punti battuti a casa) riporta avanti il Canada (4-3) che dilaga con Lavallée (colpita a basi piene), Valcke (2/4) e Stephenson (2/4) che consentono di andare sull'8-3. Il singolo della Hamilton consente agli Stati Uniti di accorciare solo le distanze.

Finale 3°-4° posto: Usa-Canada 5-8 (10°)
CANADA:
Luchanski bd, Gelinas 4, Lalor 7 (Carr), Psota 3 (Lavallée), Flannigan 9, Valcke 8, Stephenson 5, Boss 2, Boyd 6 (Willan).
USA: Gortarez 6, Gianelloni 4, Underwood 3, Baltzell 9, Michelle Cobb bd, Lahners 5 (Lansdell), Kimbrell 2, Hugo 7 (Whitmore, Hamilton), Gomez 8 (Samantha Cobb).
ARBITRI: Moreno (Cuba), Sato (Giappone), Bullones (Venezuela), Lambrick (Australia), Louisa (Olanda), Silvanic (Usa).
PUNTI: Canada 000.030.000.5: 8 (9bv-2e); Usa 200.000.100.2: 5 (8bv-0e)
LANCIATRICI: Asay 5.2rl-5bv-2bb-3so, Schroeder (v.) 4.1rl-3bv-4bb-3so;
Schutte 5rl-4bv-2bb-2so, Meidilinger 1rl-2bv-0bb-0so, Piagno (p.) 4rl-3bv-1bb-3so
NOTE: fuoricampo di Gelinas (3p. al 5°); doppio di Valcke, Underwood.

LO STREAMING DELLA FINALE PER IL TERZO E QUARTO POSTO

 

Maurizio Caldarelli
Informazioni su Maurizio Caldarelli 399 Articoli
Giornalista del quotidiano "Il Tirreno" di Grosseto, collabora anche con la Gazzetta dello Sport.

Commenta per primo

Lascia un commento