Il debutto italiano di Chris Colabello

E' arrivato mercoledì in Italia e domani sera giocherà con la T&A nel big match contro la Fortitudo

Chris Colabello è arrivato mercoledì sera allo Stadio dei Pirati qualche minuto prima del play-ball dell'amichevole tra la nazionale italiana e il Rimini campione d'Italia. Un saluto a staff azzurro e compagni, poi ha atteso Rino Zangheri per un incontro tutto da gustare. "Tu dovevi venire a giocare a Rimini, la tua casa è questa, la tua maglia è quella dei Pirati" ha detto il "pres" alla sua maniera, scherzando ma non troppo, comunque felice di aver rivisto un ragazzo sbocciato nel suo vivaio e poi volato negli States per una carriera di alto livello.
Il resto della serata per Chris è stato un lungo elenco di abbracci, saluti, strette di mano, foto, autografi, un album dei ricordi sfogliato per un paio d'ore prima di gustarsi la pizza di Ciro. Da oggi il presente di Colabello è la T&A San Marino: dopo la parentesi tutt'altro che fortunata in Coppa Campioni, ora l'obiettivo dei titani è quello di conquistare i play-off scudetto.
Il debutto di Chris nel campionato italiano è di quelli tosti, un doppio confronto con la regina Fortitudo, imbattuta da quindici partite, poi ci sarà il recupero a Padova prima dell'esperienza in azzurro all'Haarlem Week. Un'estate completamente diversa per uno come lui abituato a ben altri palcoscenici, ma che già dal primo impatto ha dimostrato di voler lasciare la sua impronta anche in Italia.

Informazioni su Carlo Ravegnani 241 Articoli
Carlo Ravegnani, nato a Rimini il 31 gennaio del 1968, ha iniziato la carriera giornalistica a 20 anni nell'allora Gazzetta di Rimini, "sostituita" dal 1993 dall'attuale Corriere Romagna dove lavora come redattore sportivo. Collaboratore per la zona di Rimini del Corriere dello Sport-Stadio, il baseball è stata una componente fondamentale nella sua vita: dapprima tifoso sugli spalti dello Stadio dei Pirati poi giocatore nel mitico Parco Marecchia e poi nel Rimini 86, società che ha fondato assieme a un gruppo di irriducibili amici. Quindi giornalista del batti e corri sulla propria testata e alcune saltuarie collaborazioni con riviste specializzate oltre che radiocronista delle partite dei Pirati assieme all'amico e collega Andrea Perari. Negli ultimi anni è iniziata anche la carriera dirigenziale, con la presidenza (dal 2014) dei Falcons Torre Pedrera. La passione è stata tramandata al figlio Riccardo che gioca lanciatore e prima base negli stessi Falcons.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.