Rotterdam e Amsterdam, attenti a quelle due

Il Neptunus, campione d’Europa in carica, guida la testa della classifica del massimo campionato olandese con una sola sconfitta. Subito dietro i Pirates. Due squadre temibili: Amsterdam impressiona sul mound, Rotterdam nel box

Il Neptunus si presenta alla Coppa Campioni 2018 con il titolo europeo in bella mostra, quel trofeo alzato in cielo un anno fa a Regensburg quando gli olandesi superarono l'UnipolSai Bologna in finale per 7-3. La squadra del manager Ronald Jaarsma si trova attualmente in testa alla classifica del massimo campionato olandese dopo 17 incontri, con una sola sconfitta. Il Neptunus difendere il titolo continentale grazie allo scudetto conquistato nella Hoofdklasse 2017, battendo L&D Amsterdam Pirates alle "Holland Series". In classifica, Amsterdam segue come "runner-up" con 15 gare disputate ed una gara persa. La pioggia abbattutasi in Olanda negli ultimi giorni ha cancellato tutte e tre le gare in programma per la formazione di Amsterdam, costringendo il fenomeno Rob Cordemans ad aspettare ancora un altro turno della Hoofdklasse per amigliorare il record individuale di 1948 strike-out ottenuto da Bart Volkerijk 20 anni fa. Cordemans è arrivato in totale a 1941 K e Volkerijk, attuale managing director della federazione olandese KNBSB, è presente in ogni stadio dove Cordemans è lanciatore partente.
Considerando la sua media punti guadagnati sul lanciatore, Cordemans è solo quinto tra i Pirati di Amsterdam. La miglior media è di Kyle Ward (0.38 in 24 riprese), secondo Kevin Heijstek (0.51 in 35 riprese), terzo il giovane Maickel Rietel (0.69 in 13 riprese) e quarto Robin Schel (1.12 in 24 riprese). Cordemans ha iniziato la stagione in ritardo, perché ha dovuto riprendersi da un infortunio e finora ha lanciato in 13 riprese con una media di 2.77, compreso l'unico fuoricampo concesso da Amsterdam. Il mound dei Pirati è di assoluto livello e tanti eliminati al piatto: 23 per Ward, 20 per Heijstek, 17 per Schel, 14 per Cordemans e già 16 per il nuovo closer di Amsterdam, Jim Ploeger che ha totalizzato anche 3 salvezze. In battuta, l'attacco della formazione della capitale olandese ha ben cinque giocatori oltre i .300 di media: precsiamente Rashid Gerard con .371, Nick Urbanus .339, Kenny Berkenbosch .320, Max Clarijs .308 e Linoy Croes .300. Notevoli anche gli slugger Clarijs .487, Urbanus .468 e Rodney Daal .466, come il "buon occhio" di Remco Draijer e Niels van Weert con .437 e .426 OBP.
Migliori di Amsterdam sono le statistiche d'attacco del Curacao Neptunus. Il leader degli olandesi in campo questa settimana è Dwayne Kemp con una media di .486, slugging .662 e 21 punti battuti a casa. Kemp è seguito dai suoi compagni Gianison Boekhoudt (.385), Shaldimar Daantji (.356), Stijn van der Meer (.348) e Benjamin Dille (.324). I migliori slugger sono appunto Kemp .662, Boekhoudt .615, Van der Meer .565, Daantji .525 e Quentin De Cuba .426. Notevoli anche il OBP di .424 per Jochem Koedijk e 16 pbc di Dudley Leonora. Sul monte di lancio del Neptunus, l'ex-Warrior Catania Orlando Yntema si è affermato come miglior lanciatore del pluri-campione Neptunus di Rotterdam con 5 vittorie, una mpgl di 1.80 e 47 strike-out in 35 riprese. Secondo nella mpgl è il mancino Diegomar Markwell con 2.12 in 34 riprese per 6 vittorie, terzo e Elton Koeiman con 2.25. Per loro, i migliori rilievi si chiamano Loek van Mil (2 vittorie) e Berry van Driel (4 savlvezze).
Da mercoledi il play-ball, ogni giorno alle ore 10.30 nella Familie Stadion del Neptunus a Rotterdam e alle 13 sul campo degli Euro Stars a Capelle aan den IJssel, societa del neo-presidente Andre van Overbeek (ex-numero uno del federazione europea del softball, ESF). Capelle sara la "casa" del Rimini mercoledi e giovedi, venerdi lo sarà per San Marino. Opening game per l'UnipolSai Bologna a Rotterdam mercoledi mattina contro il Draci Brno, per Rimini mercoledi pomeriggio contro Rouen Huskies e per San Marino mercoledi sera contro il Neptunus.
CHE FESTA A ROTTERDAM – Padrone di casa del torneo continentale per club è il Curacao Neptunus che celebra 75 anni di baseball a Rotterdam. La società è stata fondata nel 1943 come simbolo americano di resistenza contro l'occupazione dai nazisti, che avevano bombardato il vecchio centro della citta nei primi giorni della seconda guerra mondiale. Il primo ricevitore del Neptunus era Wim Landman, anche portiere della squadra di calcio. Finita la guerra, Landman era convocato con la Nazionale olandese di calcio e nel 1948 era portabandiera della missione olandese per i Giochi Olimpici di Londra.

 

Informazioni su Pim Van Nes 277 Articoli
E' corrispondente dall'Olanda per Baseball.it e per Mister-Baseball.com. ma segue le vicende del baseball e softball italiano anche per i siti olandesi Honkbalsite.com e Softbalsite.com. In passato, Pim Van Nes ha collaborato con la testata "Tuttobaseball" e con le riviste olandesi "Inside" e "Honkbal en Softbal Nieuws". Nel biennio 1984-1985 ha contribuito all'Enciclopedia del Baseball di Giorgio Gandolfi e Enzo Di Gesù realizzando uno speciale di 5 pagine sulla storia del baseball in Olanda. Tra il 1982 e il 2005, ha svolto la sua attività professionale presso le Ambasciate olandesi di Parigi, Kuwait City, Cairo, Algeri, Rabat, Ankara e Dubai.  

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.