L'UnipolSai concede il bis in trasferta

Anche con meno valide all'attivo i bolognesi passano a Parma. Decisivo il doppio di capitan Vaglio al settimo

Ancora doppietta per l'UnipolSai, e ancora contro una concorrente diretta per i playoff, come la ParmaClima. Bolognesi così che tentano la fuga, "a braccetto" con i campioni d'Italia del Rimini, anch'essi protagonisti di un importante "bis" ottenuto in quel di Nettuno.
Al di là del 7 a 4 finale, non è stato facile per la Fortitudo espugnare il "Cavalli", come testimonia il conto di 10 valide subite contro 7.
In un paio di occasioni, i padroni di casa non hanno tratto frutto da situazioni di basi piene e nessun eliminato, inoltre almeno un paio dei suoi lanciatori sono stati protagonisti di una serata non felice. Viceversa la Fortitudo ha sfruttato quasi sempre le occasioni, a partire dal vantaggio ottenuto al primo inning, mostrando capacità di reazione allorquando la gara sembrava prendere una piega sbagliata. Un sapiente dosaggio dei lanciatori ha permesso di limitare i danni di un attacco ducale comunque volitivo. Il partente Antonio Noguera (4.1 riprese, 3 valide, una base ball, 5 K, 1 PGL) ha sicuramente superato l'esame da partente, rilevato da Filippo Crepaldi che invece è andato in difficoltà al sesto inning. L'ingresso di Murilo Gouvea (4 riprese, 3 valide, 6 K, un PGL) è stato provvidenziale per il successo biancoblù, con un bel aiuto da parte del capitano, Alessandro Vaglio, il cui doppio da due punti al settimo inning ha messo in ghiaccio il risultato, preceduto dall'altro dei due extrabase battuti stasera dall'UnipolSai, ad opera di Josè Flores (2 su 5).
Parte aggressiva l'UnipolSai su Ulfrido Garcia, che tira quattro ball a Nosti, che ruba la seconda e segna il vantaggio ospite sulla valida al centro di Lampe. Una valida successiva di Flores e un'altra di Maggi al secondo inning non producono altri risultati, mentre per le prime tre riprese Noguera è pressoché impeccabile di fronte all'attacco ducale. La parte centrale del match è aperta al quarto inning dalla prima valida ParmaClima di Koutsoyanopoulos e il successivo doppio di Mirabal vale il pareggio dei padroni di casa. Noguera è in chiara difficoltà e dopo una visita concede passaggio gratuito a Sambucci e subisce il singolo di Zileri che riempie le basi senza out sul tabellone. Il partente biancoblu si riprende con una eliminazione al piatto, mentre un tentativo di squeeze di Scalera si trasforma in una doppia eliminazione a casa base e in terza, confezionata da Marval, schierato stasera in prima base, Maggi, schierato ricevitore e Flores. Lo scampato pericolo rianima i biancoblu, che al quinto inning si riportano in vantaggio. Base a Maggi, che avanza sul sacrificio di Dobboletta e va a punto, dopo una valida di Nosti ed un errore nella stessa azione di Sambucci. Bologna spreca però l'occasione per affondare il colpo: dopo una base a Lampe e un lancio pazzo che manda Nosti in terza, ecco la battuta di Flores con la difesa che gioca l'out a casa base di Nosti e attacco che si conclude con Marval eliminato al piatto. Dal sesto inning, con Pomponi sul mound del Parma, l'attacco petroniano sembra spegnersi, mentre il Parma al sesto inning mette in difficoltà Crepaldi, subentrato nella ripresa precedente. Apre un singolo di Mirabal, seguito da un doppio di Sambucci; con due uomini in posizione punto la valida di Zileri vale i due punti che ribaltano il risultato sul 3 a 2 per i padroni di casa. Il successivo singolo di Deotto consiglia il cambio del pitcher e Gouvea fa ingresso nel match con un colpito che riempie i cuscini, ma si riprende e conclude facendo battere Paolini in doppio gioco ed ottenendo uno strikeout su Gradali, facendo sprecare al Parma la seconda occasione di basi piene e nessun eliminato. L'ultima parte dell'incontro eredita una gara ancora una volta molto "tirata" e al settimo inning viene fuori tutto il carattere e l'esperienza fortitudina. Con un eliminato, Nosti guadagna una base gratis, poi avanza su palla mancata. Sul quarto ball a Lampe (ottimo turno), Nosti parte per la rubata e sul tiro della difesa nell'intento di eliminarlo parte per casa base e arriva salvo per il pareggio. Pomponi, pur senza valide al passivo, deve gettare la spugna per far posto al mancino Escalona. Un doppio a sinistra di Flores accoglie il nuovo rilievo e la base intenzionale a Marval carica le basi con Mazzanti in battuta. Escalona sta lontano all'area di strike, così sia Mazzanti (sul conto di 3-1) che Robel Garcia (sul conto pieno) ottengono il quarto ball e altrettanti punti "forzati" per la Effe. Inevitabile un nuovo cambio sul monte, ma Pirvu, reduce da gara1, viene accolto da un secco doppio a sinistra di capitan Vaglio, che scava un vero e proprio solco, battendo i due punti del 7 a 3. Una battuta in doppio gioco di Grimaudo, subentrato a Dobboletta, frena l'emorragia, ma la gara ormai è in ghiaccio. Qualche patema nel finale per Gouvea che concede a Gradali un fuoricampo all'ultimo inning, valido solo per muovere il tabellone per l'ultima volta questa sera.

Commenta per primo

Lascia un commento