La T&A più forte sul monte con Jimenez

Dopo Bermudez anche il pitcher mancino ex Nettuno City approda alla corte di Mario Chiarini

La semifinale scudetto dello scorso anno tra T&A San Marino e Nettuno in un certo senso è proseguita anche in questa scoppiettante sessione di mercato del baseball. Perché la società sammarinese ha "pescato" e bene dal City portando sul Titano due pedine di indubbio valore come Bermudez e Jimenez.
All'inizio di febbraio era stato annunciato l'acquisto dell'esterno, sul finire del mese, proprio oggi, è arrivata la conferma dell'ingaggio del pitcher mancino. Un nome che era già nell'aria da un po' di tempo quello di Jimenez, col quale la T&A completa il monte di lancio e si cautela nel caso non dovesse tornare Kimborowicz. Un mercato, quello dei titani di Mario Chiarini, iniziato con i "colpetti" Martin e De Wolf, poi però proseguito in costante ascesa con Lupo, Garate, Maestri, Bermudez e Jimenez. Ancora una volta quindi la scelta è stata quella di potenziare il monte di lancio, un'operazione che alla T&A è riuscita a metà la passata stagione.
Certo che ai confermati Quevedo e Perez, si sono aggiunti Garate, Jimenez e il lusso Maestri, senza dimenticare il ritorno di Coveri che lo scorso anno è stato utilizzato solamente nella finale scudetto. Il 33enne venezuelano Cesar Jimenez rappresenta sicuramente un bel colpo per la T&A, in particolare per quello che ha saputo mostrare nel corso della sua carriera dove si è districato tra Major League (97 partite tra tra Seattle, Philadelphia e Milwaukee) e Triplo A (419 strike-out all'attivo in dieci anni). Ma anche lo scorso anno è stato apprezzato a Nettuno dove ha chiuso la regular season con la ragguardevole media pgl di 1.53 e 51 strike-out in 35 riprese lanciate. Da rilievo è poi passato partente nella semifinale con San Marino dove ha raccolto una sconfitta. Dunque, a questo punto sembra concluso il mercato dei sammarinesi che stanno lavorando tra campo e palestra, aumentando pian piano il ritmo a poco più di un mese dall'inizio della stagione ufficiale.

Carlo Ravegnani
Informazioni su Carlo Ravegnani 145 Articoli
Carlo Ravegnani, nato a Rimini il 31 gennaio del 1968, ha iniziato la carriera giornalistica a 20 anni nell'allora Gazzetta di Rimini, "sostituita" dal 1993 dall'attuale Corriere Romagna dove lavora come redattore sportivo. Collaboratore per la zona di Rimini del Corriere dello Sport-Stadio, il baseball è stata una componente fondamentale nella sua vita: dapprima tifoso sugli spalti dello Stadio dei Pirati poi giocatore nel mitico Parco Marecchia e poi nel Rimini 86, società che ha fondato assieme a un gruppo di irriducibili amici. Quindi giornalista del batti e corri sulla propria testata e alcune saltuarie collaborazioni con riviste specializzate oltre che radiocronista delle partite dei Pirati assieme all'amico e collega Andrea Perari. Negli ultimi anni è iniziata anche la carriera dirigenziale, con la presidenza (dal 2014) dei Falcons Torre Pedrera. La passione è stata tramandata al figlio Riccardo che gioca lanciatore e prima base negli stessi Falcons.

Commenta per primo

Lascia un commento