La A1 si sente trascurata e scrive a Malagò

In una lunga nota, Bologna, Nettuno City, Padova, Padule, Parma, Rimini e San Marino puntano l’attenzione sui rapporti con la FIBS e auspicano un pronto intervento del Presidente del Coni per ristabilire un dialogo e un sereno confronto

C'è bagarre nell'aria. Anzi sarebbe meglio parlare di scontro. Alle società di A1, più precisamente a sette di loro (esclusa il Città di Nettuno di Fortini), non è andato giù il fatto di non essere state per nulla coinvolte dalla FIBS in tutta una serie di decisioni, dalla struttura del massimo campionato e della Coppa ltalia alla "calendarizzazione unilaterale" dello stesso campionato senza valutare impegni internazionali e del torneo di Coppa ltalia.
In una missiva di 23 pagine sottoscritta e inviata venerdì sera al Presidente del Coni Malagò con oggetto i "rapporti con FIBS", Bologna, Nettuno City, Padova, Padule, Parma, Rimini e San Marino parlano di "incresciosa situazione verificatasi tra le squadre partecipanti al massimo campionato di Baseball ed i maggiori dirigenti della Federazione e auspicano un pronto intervento, affinché finalmente si possa ristabilire un dialogo e un sereno confronto su temi tanto importanti quanto delicati per il futuro di questo sport".
Le società di A1 hanno ricordato a Malagò come già l'anno scorso si è creato un forte contrasto con la Federazione poiché "pretendeva di modificare il massimo campionato senza minimamente interpellare le squadre partecipanti e imponendo scelte e soluzioni, poi rivelatisi assolutamente inadeguate ed inopportune".
Un contrasto apparentemente risolto con un incontro beneaugurante a fine estate che lasciava presagire il prosieguo di un dialogo costruttivo con i vertici federali. Pochi giorni fa la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso: le "sette sorelle" hanno imputato agli organi federali di aver continuato ad evitare il loro coinvolgimento non ultimo nella definizione del calendario diramato "solo in data 30 gennaio 2018, rendendo così impossibile organizzare tempestivamente ed in maniera economica le trasferte, rendendo assai problematico impostare una seria ed opportuna preparazione invernale ed aggravando le società di inutili oneri e costi riferibili agli ingaggi dei giocatori stranieri".
Una situazione molto delicata dove non sembra che il buon senso abbia troppe chance di trovare spazio. Una "rottura" che ad oggi sembra complicata da ricomporre e in cui è stato ora chiamato ad intervenire il numero uno del Coni.
A Malagò, inoltre, è stato fatto presente anche il "comportamento del vice-presidente federale Mignola, delegato da Marcon a presiedere la commissione che si occupa della riforma dei campionati e di intrattenere rapporti con le squadre di vertice, autore sui social network di commenti assai offensivi nei confronti delle società ex-lBL, deridendole e prendendosi gioco delle stesse. Un comportamento non consono – sottolineano le sette di A1 – ad una fìgura istituzionale come quella da lui ricoperta, che dovrebbe rappresentare ed agire anche nell'interesse delle società. E di fronte a tale atteggiamento e comportamento, il Presidente Marcon e la Federazione tutta non ha preso alcuna posizione, omettendo quindi di censurare tali esternazioni e di prenderne le distanze".
Difficile a questo punto fare previsioni. Da una parte le società sul piede di guerra, dall'altra una Federazione da cui in tanti si attendono "segnali di apertura e dialogo", al centro Malagò e il Coni a cui spetta adesso il ruolo di "ricucire" e provare a negoziare una via d'uscita. Da quella situazione definita "incresciosa" ma che tutto il movimento si augura possa chiarirsi per dare avvio ad una serena stagione agonistica.

 

Informazioni su Filippo Fantasia 656 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.