Il Neptunus fa 18 nel segno di Orlando Yntema

Rotterdam, allenato dal debuttante Ronald Jaarsma, si laurea campione d’Olanda 2017 battendo 4-1 gli Amsterdam Pirates nelle Holland Series. Determinante l’ex-Warriors Paternò, lanciatore partente in due gare ed autore di uno shut-out

Il quinto match delle Holland Series ha consegnato il 18mo titolo nazionale al Curacao Neptunus di Rotterdam. La squadra dell'esordiente manager Ronald Jaarsma ha vinto ben 4 gare contro l'L&D Amsterdam Pirates, che pur si erano classificati al primo posto nella stagione regolare e con qualificazione ai play-off insieme a Neptunus, Pioniers e HCAW. Decisivo è stato il grande ritorno di forma del lanciatore Orlando Yntema che, dopo aver scoperto un cancro la scorsa primavera ed aver subito un intervento chirurgico, ha recuperato velocemente durante lo stagione e si è fatto trovare pronto come partente per le Holland Series 2017.
Gara-1 a Rotterdam sembrava presagire una vittoria per Amsterdam, avanti 4-2 nella nona ripresa. Con i rilievi di Amsterdam in pedana, Rotterdam era riuscita a segnare 3 punti con 2 eliminati: 5-4 per i padroni di casa. Gara-2 ad Amsterdam sembrava facile per i Pirati col loro partente Kevin Heijstek in gran forma. Play ball ritardato di due ore a causa della pioggia ma Neptunus segnava subito due punti grazie al primo di due fuoricampo del catcher Gianison Boekhoudt nella prima ripresa. Poi toccava ad Yntema col suo controllo quasi perfetto sul monte di lancio. L'ex-Warrior Paternò concedeva una valida nella quarta e nella settima ripresa e tornava vincente con uno shut-out, 12-0 per il Neptunus.
Le Holland Series meritavano di allungare nel secondo weekend ed Amsterdam meritava di vincere Gara-3 a Rotterdam. Gli ospiti avevano costruito un vantaggio nella quarta e sesta ripresa, poi perso nella settima e ottava ripresa (3-2). Nella nona, però, c'era il crollo dell'esperto rilievo Berry van Driel, che concedeva 4 singoli ai Pirates. Amsterdam segnava 5 punti e Neptunus non rispondeva piu: 7-3 ilk finale e 2-1 nelle Series. Per Gara-4 ad Amsterdam erano pronti gli assi del monte Rob Cordemans e Diego Markwell. Gara completa per Cordemans con 129 lanci e 10 strike-out, 1 base e 4 valide. Bastava al Neptunus il doppio di Benjamin Dille e il singolo di Shaldimar Daantji nella quarta (0-2) più un fuoricampo di Dwayne Kem (0-3) nella sesta ripresa. Più valide per i Pirates (6-4) ma il closer Loek van Mil fermava l'ultimo attacco: 3-2 per Neptunus.
Primo match-point sul 3-1 per il Neptunus: le due squadre hanno aspettato che la pioggia terminasse al sabato pomeriggio, ma Pluvio ha continuato imperterrito e la gara a Rotterdam è stata cancellata. Occasione rinviata alla domenica, sfida ancora in casa dei Pirates ad Amsterdam. Stessa sfida tra i lanciatori Heijstek e Yntema, stadio Ookmeer pieno di tifosi locali e da Rotterdam, presenza anche della NOS TV per la registrazione del match, live però sul Canale Nederland 1 in concorrenza con la FIFA World Cup e con la ISU World Cup. Una sfida appasionante che la TV nazionale ha trasmesso per piu di un'ora e mezza portando nelle case olandesi tre monenti chiave per la Hoofdklasse: prima ripresa con due punti per Amsterdam, sesta (3-0) e settima ripresa (4-2) e concludendo con la nona ripresa per circa 45 minuti. Rotterdam metteva sotto pressione i rilievi di Heijstek con 3 singoli e segnava 4 punti per il 6-4. Amsterdam segnava ancora (6-5) sul singolo di Rashid Gerard, ma Rotterdam otteneva il terzo out conquitando il titolo nazionale.
Gli statistici della federazione oladnese KNBSB hanno nominato il rilievo Loek van Mil come MVP delle Holland Series, ma i suoi compagni di squadra durante la festa dopo gara hanno indicato Orlando Yntema come il lanciatore più determinante. L'ex-Warrior è stato partente nelle due gare ad Amsterdam. Nelle sue 14.1 riprese sul monte nel Ookmeer, Yntema ha tenuto la sua media pgl a 1.88 contribuendo alle due vittorie per il Neptunus. Sopratutto il ritorno dalla grave malattia ha avuto una influenza enorme sulla squadra. Dopo gara-5 il gruppo in campo ha chiamato: "Yntema! Yntema! Yntema!" sottolineando la preferenza. Quando il presidente federale Ron Schel voleva assegnare il premio ufficiale al capitano del Neptunus, Yntema è stato spinto dai suoi compagni di squadra in avanti per la premiazione.
Il 18mo titolo per il Neptunus arriva durante il 75mo anniversario della nascita del club, fondato nel 1943 come simbolo di resistenza durante la guerra. Primo titolo per il nuovo manager Ronald Jaarsma, chi ha sostituito Evert-Jan 't Hoen dopo 4 scudetti (2013-2014-2015-2016). La selezione di Jaarsma durante 2017 è stata molto flessibile, perche tanti gioccatori erano indisponibili. Il creativo Jaarsma sapeva ispirare sia i giocatori in campo che nel bullpen, ad esempio a Regensburg aveva conquistato il titolo della Coppa Campioni col pitcher-coach Elton Koeiman come vincente. Jaarsma ha inserito giovani come il lanciatore italo-landese Stefan Iannelli (17) e il battitore Ruendrick Piternella (16). Iannelli nella nazionale olandese Under18 ha ben figurato durante la World Cup essendo stato lanciatore vincente nella gara contro Nicaragua. Figlio del ex-Lazio Luigi Iannelli spera di esser schierato dalla KNBSB per gli Europei 2018 programmati a Grosseto.

Anno per anno tutti i titoli nazionali del Neptunus Rotterdam: 1981, 1991, 1993, 1995, 1999-2005, 2009, 2010, 2013-2017.

 

 

Informazioni su Pim Van Nes 275 Articoli
E' corrispondente dall'Olanda per Baseball.it e per Mister-Baseball.com. ma segue le vicende del baseball e softball italiano anche per i siti olandesi Honkbalsite.com e Softbalsite.com. In passato, Pim Van Nes ha collaborato con la testata "Tuttobaseball" e con le riviste olandesi "Inside" e "Honkbal en Softbal Nieuws". Nel biennio 1984-1985 ha contribuito all'Enciclopedia del Baseball di Giorgio Gandolfi e Enzo Di Gesù realizzando uno speciale di 5 pagine sulla storia del baseball in Olanda. Tra il 1982 e il 2005, ha svolto la sua attività professionale presso le Ambasciate olandesi di Parigi, Kuwait City, Cairo, Algeri, Rabat, Ankara e Dubai.  

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.