Sconfitta incredibile e problema Lansford

Dopo aver perso una partita che a due out dalla fine la vedeva in vantaggio 4 a 1, l'Unipolsai deve fare i conti anche con i problemi a una caviglia del secondo lanciatore straniero. Frignani si assume tutte le responsabilità

Lele Frignani non cerca giustificazioni. "Peggio di così non poteva andare".
Esattamente come sono andate le cose quando sei andato dalla panchina a visitare Rivero al 9°? La tua intenzione era quello di cambiarlo, perché quando sali tu, di solito…?"
"Come altre volte con Raul, tipo l'anno scorso in Coppa dei Campioni con gli olandesi, quest'anno di nuovo con gli olandesi a Regensburg, col Rimini l'anno scorso in finale, ho chiesto a lui e mi ha detto che se la sentiva di continuare. Una buona cosa per noi, visto che avevamo alcune difficoltà che poi si sono palesate dopo. Ho deciso di lasciarlo su, e mi assumo le mie responsabilità. E' però una cosa che ho già fatto altre volte, anche se solo con Rivero. Di solito tutti i lanciatori ti dicono che ce la fanno ancora. Con Raul mi è sembrato di aver visto che potesse farcela ad arrivare alla fine. Altre volte in situazioni anche più difficili l'aveva portata a termine, stavolta evidentemente mi sono sbagliato".
Perché ci sono anche i problemi di Lansford.
"Si, incredibile! Nel riscaldamento pre-partita, mentre facevamo batting practice ha 'preso una storta', come si dice da noi, e quindi è diventato inutilizzabile per ieri. Partente sarebbe stato comunque Rivero, ma Lansford avrebbe dovuto tirare, come ha fatto il Rimini con Hernandez, perché chi parte martedì aveva bisogno di fare dei lanci: avrebbe lanciato un inning a prescinder,e anche sopra o sotto di dieci. Non siamo rincoglioniti e passiamo a pensare direttamente a gara-tre senza guardare a gara-uno".
E' andata così.
"Diciamo che al momento non siamo fortunatissimi. Abbiamo tagliato un Owens probabilmente in ritardo, prendiamo un Logan Duran e si spacca una mano e adesso Lansford…".
L'infortunio del nuovo pitcher ne pregiudica l'impiego martedì, o è una cosa lieve?
"Sicuramente farà prima le visite necessarie, ma credo che martedì sarà al suo posto". Verosimilmente però, presumiamo, Frignani avrebbe detto la stessa cosa anche se il suo giocatore fosse stato in coma.

Mino Prati
Informazioni su Mino Prati 778 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.

Commenta per primo

Lascia un commento