L’Italia U23 contro la Spagna per i 25 anni dalle Olimpiadi di Barcellona

Gli azzurri dell'Under 23 esordiscono martedì primo agosto in amichevole con una replica del match disputato nello stesso giorno del 1992 quando alle 18.30 si giocò l'attesa sfida olimpica

La nuova Nazionale U23 di baseball esordisce il 1° agosto in amichevole con la Spagna a 25 anni dalla sfida olimpica. La città di Barcellona celebra in questo 2017, con un programma di eventi culturali, musicali e, ovviamente, sportivi, i 25 anni dalle Olimpiadi del 1992.
Uno dei punti principali dell'agenda sono la riedizione di gare dell'epoca, per celebrare simbolicamente molte delle discipline che hanno fatto parte del programma di quell'edizione.
Per il baseball si trattava di un momento storico: dopo il torneo di esibizione, una specie di prova generale, a Seul, i Giochi catalani segnavano l'ingresso ufficiale del batti-e-corri nel mondo a cinque cerchi. L'Italia vi arrivava da leader europea indiscussa dell'epoca, reduce da due campionati continentali vinti consecutivamente, e tale si confermò, superando gli iberici in 7 riprese nella sola vittoria ottenuta in una competizione molto impegnativa, dove si sfiorò l'impresa con Porto Rico (0-2) e alla Dominicana servirono 10 riprese per battere gli azzurri.
L'organizzazione e la Reale Federazione Spagnola, con il patrocinio della municipalità di Viladecans e della World Baseball Softball Confederation, partecipano alla celebrazione con una replica di Spagna-Italia nello stesso giorno, il 1° agosto, in cui, 25 anni fa, si giocò la sfida olimpica, alle 18:30.
Si tratta, in questa occasione, di due squadre Under 23, categoria recentemente introdotta a livello internazionale, ma che guarda, soprattutto, ai prossimi Giochi di Tokyo: entrambe le Federazioni sono all'inizio del programma tecnico per la qualificazione al torneo olimpico del 2020, quando baseball (e softball) saranno nuovamente parte del programma ufficiale.
Il gruppo degli atleti impegnato per due giorni nell'impianto dell'Accademia FIBS di Tirrenia, il 24 e il 25 luglio, è stato guidato da Gilberto Gerali, manager della squadra seniores, a testimonianza del fatto che si sta lavorando proprio nell'ottica di preparare e integrare questa generazione di giocatori con gli altri già più maturi che andranno a costituire la Nazionale in vista degli impegni lungo il cammino per il Giappone. 13 su 18 sono protagonisti della massima serie.
Dello staff di questa U23 fanno parte alcuni tecnici e specialisti che sono parte dello staff della Nazionale maggiore e altri che escono dall'esperienza con la Juniores e che da tempo lavorano con diversi dei giocatori coinvolti nel programma: Bill Holmberg, pitching coach anche della prima squadra e Responsabile tecnico dell'Accademia, Gianguido Poma e Gianmario Costa dallo staff della U18 fino allo scorso anno e il nuovo inserimento di Claudio Liverziani, come specialista della battuta. Il preparatore atletico, Gianni Natale, e il fisioterapista, Massimo Baldi, sono parte dello staff della Seniores; il team manager è il Vice Presidente FIBS Gigi Mignola.

 

Commenta per primo

Lascia un commento