San Marino irragiungibile

La T&A segna tre volte nel primo inning e quando il Nettuno trova la via del punto è troppo tardi. Gran Quevedo, e Epifano a 3 su 4 con due doppi e due punti segnati

Tutto all'inizio e alla fine. In mezzo poco, ma quell'inizio basta alla T&A per battere 4-2 Nettuno nello scontro diretto e confermarsi in vetta alla classifica da sola, in attesa degli incontri di stasera. I 3 punti al primo sono oro per il San Marino, che controlla la partita con un grande Quevedo sul monte e rischia solo al 9°, quando Ascanio non ha un impatto perfetto sul match e subisce 2 punti. 4 a 2 vuol dire vittoria, ottenuta con le buone prestazioni di Chiarini (2/4) ed Epifano (3/4 con due doppi e due punti segnati).
Nella partita di Quevedo ci sono due arrivi in base al primo, ma Nettuno non arriva neanche in terza perché dopo il singolo a destra di Sellaroli c'è quello interno di Bermudez. In mezzo, e dopo, gli out di Retrosi (bunt di sacrificio), Mazzanti (F7) e Colagrossi (1-3). La T&A risponde subito martellando il partente ospite, Ronald Uviedo. Arrivano tre punti al primo inning: basi a Ferrini e Poma, singolo in mezzo di Epifano (2-0), valida di Chiarini, base a Imperiali e rimbalzante di Reginato che porta a casa il 3-0.
Sufficiente per un Quevedo che concede le briciole al line-up laziale, con altri arrivi in base solo al 2° (singolo di Fontana), al 3° (errore di Epifano sulla battuta di Mercuri, che arriverà poi in terza con zero out ma non si muoverà di lì) e al 6° (valida di Retrosi). L'attacco sammarinese produce qualche valida sparsa, ma nulla di particolarmente importante fino all'8°, quando sul rilievo Dini si disegna una situazione di basi piene (doppio di Epifano, singolo di Chiarini e base a Imperiali) che genera la volata di sacrificio di Reginato (4-0).
Per la T&A, dopo i 7 inning di Quevedo, all'8° sale Perez (nessun problema) e al 9° Ascanio. Il closer, dopo aver eliminato Retrosi (FF7), subisce in sequenza i singoli di Bermudez e Mazzanti, più il doppio di Colagrossi che consente a Nettuno di segnare il primo punto (4-1). Ne entra anche un altro su lancio pazzo (4-2), ma Ascanio mette strike-out Giannetti e Fontana tocca una debole rimbalzante verso la prima che Imperiali controlla per l'out conclusivo.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.