Shutout del Rimini a Sesto Fiorentino

Partenza a razzo dei romagnoli con i fuoricampo di Caseres e Celli nell'inning iniziale. Vincente Richetti

Il Rimini s'impone per 8-0 nella partita del pomeriggio contro il Padule completando una shutout che consolida i Pirati in zona playoff.

In un bel pomeriggio afoso si è disputata la partita riservata ai pitcher italiani. Sul monte hanno iniziato Richetti e Ularetti, con le mazze neroarancio che partono subito forte. Il leadoff Infante si guadagna la base ball, poi sul conto pieno Caseres colpisce un fuoricampo in campo opposto da due punti (0-2). L'assalto dei Pirati continua con le due eliminazioni di Garbella e Vasquez, poi Celli spara il suo terzo solo homer stagionale che decreta l'allungo decisivo (0-3).

Tre riprese più avanti Rimini allunga sul rilievo toscano Geri: Zappone e Giovannini si guadagnano due basi ball consecutive, poi sulla volata di Di Fabio, Zappone giunge in terza. Nel box si presenta Infante che colpisce una volata di sacrificio al centro che vale la quarta segnatura riminese (0-4).

Al settimo gli uomini di Ceccaroli segnano ancora, il rilievo del Padule Geri dopo aver eliminato Infante, incassa la valida interna di Caseres. Il colpito di Garbella e la base ball concessa a Vasquez riempiono le basi. Il secondo colpito della ripresa su Celli vale il punto automatico della sicurezza (0-5).

Nel finale di gara ennesimo cambio sul monte dei padroni di casa è salito il giovane, classe '97, Zotti al posto di Gandolfi. Il neo entrato viene accolto dalla valida di Caseres, poi dopo lo strikeout girato di Garbella, Vasquez realizza un singolo. Celli viene eliminato al piatto (secondo out), poi le valide di Noguera e Zappone in successione, più due errori difensivi degli uomini di Minozzi, decretano il definitivo 8-0 sul tabellone.

Sulla collinetta riminese si sono alternati un ottimo Richetti, che così ha ottenuto la sua terza vittoria in stagione, poi molto bene Escalona per due riprese e Di Raffaele a chiudere il match.

 

Il tabellino

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.