Per la capolista Unipolsai l’esame Novara

Nelle fila dei campioni d'Italia, che vantano "numeri" da record, dovrebbe riesordire Rivero. Quasi certa invece l'assenza di Ambrosino. Partenti Owens e Pizziconi

Il secondo weekend della seconda fase della regular season vede i campioni d'Italia dell'UnipolSai difendere il primato solitario in classifica, conquistato la settimana scorsa disputando solo il primo dei due incontri contro il Parma, affrontando in casa il Novara, quarto in classifica (con 4 vinte e altrettante perse, assieme al Rimini). Venerdì 12 maggio ore 20.30 (gara1) e sabato 13 maggio ore 20.30 (gara2).

La UnipolSai Fortitudo è una squadra decisamente "in salute" e viaggia con una media battuta "spaventosa" di .374, una media di punti guadagnati sui lanciatori da record (0.47) ed è anche la squadra che ha commesso meno errori (6 in 7 gare disputate). In settimana è arrivato a Bologna Raul Rivero, tornato in biancoblu dopo l'esperienza con i Giants, sostituendo nel roster Ramon Garcia. Da non sottovalutare però il Novara, che ha iniziato il torneo battendo due volte il Rimini, mentre gli altri due successi li ha conquistati nei quattro match già disputati contro il Padova.

"Ci prepariamo a sette giorni abbastanza intensi – sono le prime parole del manager biancoblu Daniele Frignani – perché in otto giorni affrontiamo due volte il Novara, il recupero di Parma e il prossimo weekend il Padova". Parole espresse in totale serenità dal capo allenatore biancoblu, che però deve fare anche i conti con l'infermeria, perché se da una parte Sabbatani è ormai verso la fine del percorso di recupero, va valutato il malanno alla caviglia di Ambrosino, che con ogni probabilità dovrà stare a guardare i compagni anche in questo weekend. In più, l'utilizzo di Rivero, con un solo allenamento prima di venerdì, non può essere al 100{56f58839368358c7e9b018452efaecc0d3c7c081ebadc27410e9eed199c4c164}: "… il valore tecnico di Raul non si discute – commenta Frignani il ritorno del pitcher venezuelano – e all'interno dello spogliatoio è una persona importante, uno che si fa voler bene, come dimostra anche l'accoglienza ieri sera al suo arrivo al Falchi; per quanto riguarda il suo utilizzo, vediamo cosa può darci venerdì in base al primo allenamento". Sicuramente Owens e Pizziconi saranno nell'ordine i due lanciatori partenti e le ultime parole del manager sono rivolte agli avversari, agli ex presenti nel Novara e anche alla propria squadra alle prese senza dubbio con due test significativi: "… auguro il meglio ai ragazzi del Novara che hanno vestito la casacca biancoblu, ovviamente non nei weekend in cui ci affrontano, comunque se fanno bene siamo contenti tutti. La loro squadra si è nettamente rinforzata e si può giocare i playoff, come hanno dimostrato battendo due volte il Rimini nell'opening weekend. Insomma una squadra quadrata, equilibrata: o si gioca bene o si rischia di perdere, a partire da gara1 quando possono schierare Aristil, Buffa e Ruiz, ma anche in gara2 quando lancia Bassani, dunque bisogna stare sul pezzo".

Commenta per primo

Lascia un commento