Il canto del cigno dell'IBL

Ritornano promozioni e (dal 2018) retrocessioni, ma è ancora troppa la differenza di costi fra prima e seconda serie e al Padule è stato concesso di giocare il doppio incontro il sabato

Si torna in diamante. Si torna al baseball. E non a caso le previsioni del tempo per domani mettono brutto.
Si parte per mettere ufficialmente la parola fine all'esperienza IBL: una bella idea, capita male e sviluppatasi peggio, che così già non aveva più senso. Ritornano le promozioni (le due finaliste della serie A Federale quest'anno saranno promosse), e dal 2018 torneranno anche le retrocessioni. Altra cosa però è sapere verso cosa si stia andando. Perché quello che inizia stasera è anche il campionato del ritorno alle due partite per fine settimana, e nonostante questo per riuscire ad avere l'ottava squadra e non restare di nuovo "zoppi" (cosa che quest'anno è successa in Olanda), si è dovuto concedere al Padule di giocare il doppio incontro di sabato, rinunciando anche alla contemporaneità per le ultime giornate di regular season. Prevedere salita e discesa fra le due serie di vertice ha un senso se poi non sono regola rinunce e ripescaggi. Purtroppo, divario tecnico a parte, è ancora troppa la differenza di costi complessivi per una società fra prima e seconda categoria.
Poi c'è il discorso nazionale, e il bisogno per gli atleti migliori, i probabili azzurri, di giocare di più e non meno. Anche se non si riesce a capire quando ci saranno i prossimi Europei veri e propri. Dell' "European League Baseball" per club non sa più nulla nessuno, e non saranno questa gran rivoluzione le tre partite delle "European Series" fra Italia e Olanda, se si faranno. Se anche per il 2018 si pensa a un campionato (che si chiami IBL o in altro modo non cambia) su due partite qualcosa bisogna pensare.

Mino Prati
Informazioni su Mino Prati 788 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.

Commenta per primo

Lascia un commento