Anche l’Olanda pronta al playball. Scatta la “Hoofdklasse”

Al via domani il massimo campionato orange con 7 squadre partecipanti dopo il ritiro (per un anno) del Kinheim di Haarlem. Tutti a caccia del Curacao Neptunus. Possibile debutto sul monte di lancio di Rotterdam per l’italo-olandese Stefano Iannelli

Anche l'Olanda si appresta a vivere l'Opening Day. Giovedì sera, esattamente un giorno prima l'avvio della Italian Baseball League, ad Hoofddorp sul diamante degli Europei 2016 i Pioniers incontreranno l'HCAW Bussum. La federazione olandese baseball e softball, KNBSB, ha presentato ufficialmente alla stampa la stagione 2017 nello stadio "Rob Hoffmann" di Bussum: nel club-house dell'HCAW i giornalisti hanno ascoltato il commento dei tecnici e giocatori di baseball e softball, vista l'assenza del presidente federale e del presidente del comitato olimpico nazionale.
Il managing director federale Bart Volkerijk (anche lui ex-lanciatore dell'ADO e della nazionale) ha aperto la press-conference insieme, sul podio, al manager Steve Janssen dell'Olanda di baseball e al manager Juni Francesca della nazionale di softball, che si sono soffremati del quarto posto ottenuto al World Baseball Classic 2017 e al Mondiale di softball 2016 e della preparazione per due importanti eventi come il World Port Tournament di Rotterdam e gli Europei softball a Bollate.
Dopo la fase finale del WBC al Dodger Stadium, hanno presenziato alcuni assi della Hoofdklasse come lo slugger Kalian Sams (.375 di media battuta al Classic), i lanciatori Diegomar Markwell (una vittoria in 8,2 riprese e 1.04 di media PGL) e Tom Stuifbergen. Sams sarà disponibile per gli Amsterdam Pirates all'inizio della stagione poi da maggio sarà impegnato con i Quebec Capitales nella Independent League, Markwell a riposo ancora una settimana col suo Neptunus Rotterdam e Stuifbergen esordirà ad Haarlem come partente per DSS.
Pochi stranieri nel campionato olandese, provenienti sopratutto dal vicino Belgio. I fiaminghi parlano la stessa lingua e cercano uno sviluppo rapido tra gli ex-pro tornati in Olanda dopo lke varie esperienze nelle Minor Leagues americane. Ad esempio, il ventunenne Rashid Engelhardt torna da Baltimore a Bussum per continuare la sua carriera come battitore ed esterno per l'HCAW: dopo tre stagione per gli Orioles nell'estate dominicana con 128 gare disputate, .235 di media battuta, 95 valide e 4 fuoricampo.
Al contrario. il roster dei Pioniers presenta 5 giocatori attualmente sotto contratto negli Stati Uniti: i giovani Taylor Clemensia, Paul Brands e Olivier van der Wijst Severino, affianco agli esperti Curt Smith e Chris Garia. In caso di play-off a settembre e ottobre, i Pioniers potranno rafforzarsi clamorosomente per i match contro i favoriti Pirates di Amsterdam e il Neptunus di Rotterdam.
Una cosa strana accade nel campionato olandese che sta per iniziare: saranno 7 le squadre partecipanti visto che il Kinheim di Haarlem si è ritirato dalla Hoofdklasse per un anno. Per questo motivo una squadra riposerà durante la settimana e a saltare il primo turno sarà il Curacao Neptunus, campione in carica (inizio difficile la settimana prossima contro i rivali europei di Amsterdam). I lanciatori partenti per il Neptunus sono ancora Diegomar Markwell e Orlando Yntema. Il nuovo manager Ronald Jaarsma deciderà per gara-3 con la disponibilita degli ex-pro Kevin Kelly e Misha Harcksen. Come rilievi potrà scegliere tra gli ex-WBC Loek van Mil e Berry van Driel. Debutto possibile per l'italo-olandese Stefano Iannelli, che ha già fatto da rilievo vincente in una gara di spring-training contro l'HCAW.

 

Pim Van Nes
Informazioni su Pim Van Nes 254 Articoli
E' corrispondente dall'Olanda per Baseball.it e per Mister-Baseball.com. ma segue le vicende del baseball e softball italiano anche per i siti olandesi Honkbalsite.com e Softbalsite.com. In passato, Pim Van Nes ha collaborato con la testata "Tuttobaseball" e con le riviste olandesi "Inside" e "Honkbal en Softbal Nieuws". Nel biennio 1984-1985 ha contribuito all'Enciclopedia del Baseball di Giorgio Gandolfi e Enzo Di Gesù realizzando uno speciale di 5 pagine sulla storia del baseball in Olanda. Tra il 1982 e il 2005, ha svolto la sua attività professionale presso le Ambasciate olandesi di Parigi, Kuwait City, Cairo, Algeri, Rabat, Ankara e Dubai.  

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.