Rimini: vendetta a Bologna

I romagnoli si prendono il "Blue F Ball" sul campo dei campioni d'Italia. UnipolSai battuta 7 a 2 in finale. MVP del torneo Federico Celli, con due fuoricampo e 4 su 7 nel box di battuta

Nel piccolo, per quanto di una "classica" della settimana che precede l'inizio del campionato, alla prima occasione il Rimini si è vendicato della sconfitta nella serie-scudetto dello scorso agosto andando a prendersi a Bologna la 26.a edizione del "Blue F Ball-trofero Corvallis".
Una vittoria netta, per 7 a 2, nella finale e la firma messa da Federico Celli, nominato MVP della manifestazione, con i suoi due fuoricampo in due giorni e un complessivo 4 su 7 nel box nelle due partite.
Sul monte del Rimini, partente l'esordiente Rosario (arrivato appena 48 ore fa) che nelle sue tre riprese lanciate ha fatto vedere buone cose nonostante non ancora al top della condizione. Contro di lui era partita bene l'UnipolSai con un triplo di Nosti, aiutato da una difesa incerta di Duran, ma successivamente l'esterno bolognese si è fatto eliminare sulla battuta in scelta difesa di Flores, e i bolognesi non hanno approfittato di due corridori in posizione punto con un solo out. Così i romagnoli hanno potuto colpire duro al cambio di campo. Contro Pizziconi: l'ex Infante valida, Caseres base ball, doppio di Garbella che è valso il primo punto (1-0). Dopo lo strikeout su Duran, Celli ha portato a casa Caseres con la volata di sacrificio (2-0), e il singolo del capitano Bertagnon è valsa la terza segnatura (3-0).
Tre riprese più avanti, sul rilievo di Panerati, l'esterno sinistro riminese Celli ha colpito un gran solo-homer a sinistra (4-0). Quindi all'8° sul giovane Clemente (in pedana dopo Corradini) il Rimini ne ha sfruttato lo scarso controllo segnando altre tre volte grazie alle sei basi per ball concesse in sequenza, e tre punti forzati. Al settimo inning la Fortitudo è andata a punto punto con Fuzzi, subentrato a Nosti, in base per ball, avanzato su rubata, poi sul singolo di Vaglio, e a casa mentre la difesa romagnola tentava e successivamente otteneva l'eliminazione del battitore fra prima e seconda.
Per il Rimini, a lanciare, dopo Rosario (tre riprese), Teran (due), quindi Di Raffaele (un punto subito), e Garbella che ha incassato la seconda segnatura felsinea (triplo di Fuzzi, volata di Vaglio) al 9°.
All'8° l'UnipolSai avrebbe avuto l'occasione per pensare alla rimonta, riempiendo i sacchetti su Di Raffaele (valida di Flores, basi ball per Robel Garcia e Sambucci), ma con un solo out sul tabellone il giovane rilievo mancino dei pirati, ha eliminatp al piatto Ambrosino e fatto battere a Grimaudo un'innocua rimbalzante.
In mattinata, nella finalina per 3° e 4° posto nel torneo, la Tommasin Padova ha sconfitto il Novara col risultato di 5 a 4.
Ieri i nero-arancio di Ceccaroli avevano battuto 8 a 5 il Padova, mentre l'UnipolSai si era imposta per 9 a 0 sul Novara.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.