Scatta la serie A, in ventidue sognano un posto in Italian League

Da quest'anno il torneo di seconda divisione torna a garantire il salto al massimo palcoscenico. La nuova formula, che premia solo le prime due di ogni girone, rende particolarmente appassionante la stagione

Un sogno chiamato IBL per ventidue squadre di serie A. Dopo alcuni anni in cui si è gareggiato solo per un platonico titolo italiano, ma adesso il campionato di seconda divisione torna a garantire due posti per il massimo palcoscenico. Nel 2018, nelle intenzioni del presidente federale Andrea Marcon, saranno dieci le formazioni che si contenderanno lo scudetto dell'Italian Baseball League. E questa possibilità rende sicuramente più interessante il torneo di serie A al via in questo fine settimana.
La nuova formula, decisa da società e federazione, garantisce tra l'altro emozioni a non finire. Le prime di ogni girone (otto al Nord e al Centro, sei al sud dopo le defezioni di Anzio e Foggia) si qualificheranno direttamente per le semifinali di settembre; la quarta partecipante alla Final Four uscirà dal concentramento tra le seconde classificate. In poche parole quest'anno non si potrà scherzare o avere partenze false.
Sarà un campionato pieno di stelle: tanto per cominciare il torneo di serie A sarà impreziosito dalla presenza del Città di Nettuno, la società più scudettata d'Italia (16 titoli), che ha creato una partnership con l'Academy, mettendosi nelle mani di un campione come Roberto De Franceschi. Torna alla ribalta anche la Fiorentina che, con il supporto del Firenze Viola Supersport (ideato da Stefano Ballerini), si propone di rilanciare il batti e corri nel capoluogo toscano dopo qualche anno di difficoltà. A rinforzare il roster di Marco Duimovich sono arrivati il bomber Pinto, Guasti, Gozzini e il lanciatore Perez. Per quello che riguarda le favorite per il ritorno in Ibl, in pole position ci sono il Paternò Red Sox di Riccardo Messina, campione in carica, con il trio delle meraviglie cubano (Wilber Perez, Yuskiel Garcia e Rolexis Molina), e il Bollate di David Sheldon, vincitore nel 2015 ai danni del Grosseto e finalista nel 2016, che si è rinforzato con il catcher Torrejas.
Ma le sorprese sono dietro l'angolo. Il mercato dice che il Castenaso, che ha confermato Yosvani Peraza, vuole fare sul serio, dopo aver messo nel roster il closer italo-argentino Mauro Schiavoni; ma durante la campagna acquisti si è mosso bene anche Ronchi dei Legionari con il lanciatore Angel Calero, ex Godo, Novara e Padova, pur continuando a valorizzare giovani, con l'innesto di Tonzar e Varin. Il Jolly Roger Grosseto, che ha confermato Andrea Sgnaolin, in attesa del recupero di Angel Marquez (operato ad una spalla), ha scelto il venezuelano ex Modena Santiago. Godo ha fatto tornare da San Marino Matteo Galeotti e ha preso dal Rimini Giuseppe Spinelli. Il Ds Casadio ha messo a disposizione del manager Daniele Fuzzi due ottimi stranieri, i fratelli Joseph e Beau Maggi. Modena cerca di briillare con l'arrivo del manager Marcello Malagoli, mentre attenzione a Viterbo, Athletics Bologna, Verona e Sala Baganza, mentre la neopromossa Grizzlies Torino 48 cercherà di tenere in alto il nome del Piemonte,
Ma attenzione anche a Imola che, insieme agli stranieri Kevin Sosa e Fraklin Manzanillo, ha ingaggiato un italiano di esperienza come Paolo Tanesini. Leonardo Seminati, una delle promesse italiane (ha fatto parte del gruppo azzurro che ha lavorato a Mesa prima del Classic) ha scelto Collecchio; Tony Noguera e Mirko Jaramillo saranno le stelle di Brescia. La serie A perde invece Milano, che è uscito dalla franchigia con Senago.
Le stelle del torneo? Sicuramente i nuovi arrivi del Città di Nettuno, l'interbase Leo Rodriguez, il partente venezuelano Luis Chirinos (l'altro è Francesco Cozzolino, tornato a casa dopo un anno a Grosseto) e il closer Hector Garcia, accreditato di una veloce che viaggia addirittura a 96 miglia. Buone scelte sembra aver fatto anche il Nettuno Elite di Guglielmo Trinci: il lanciatore Javier Fandino e Nick Verlinghieri. L'ultima parola, ovviamente, spetterà al campo.

Il programma del primo turno, sabato1 e domenica 2 aprile

Girone A: Cus Brescia-Senago, Grizzlies Torino-Oltretorrente, Fontana Sala Baganza-Bollate, Camec Collecchio-Paternò Red Sox.
Girone B: Comcor Modena-New Black Panthers Ronchi, Fiorentina-Verona, Godo-Castenaso, Redskins Imola-Bologna A's.
Girone C: Città di Nettuno-Rams Viterbo, Macerata-Potenza Picena. Riposan. Jolly Roger Grosseto e Nettuno Elite.

Maurizio Caldarelli
Informazioni su Maurizio Caldarelli 459 Articoli
Giornalista del quotidiano "Il Tirreno" di Grosseto, collabora anche con la Gazzetta dello Sport.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.