Baseball ciechi, verso l’incoronazione delle regine d’Oriente e Occidente

Chi saranno i leader dei due gironi? Sabato apre l’Ovest con la doppia sfida a Malnate tra Patrini e Lampi, chiude l'Est con il double-header a Sasso Marconi fra Roma e Brescia. Ma c’è anche Cagliari-Bologna e Ducls-Thunder's 5

Primo vero snodo per la corsa al titolo del XXI° campionato di baseball per ciechi. Menu come sempre particolarmente ricco quello del week end in arrivo che ci regala già sabato mattina il derby lombardo tra i campioni d'Italia dei Patrini Malnate, opposti ai Lampi Milano (playball fissato per le 10 al Gurian Field). Le due formazioni in vetta al Girone Ovest, in virtù dei successi ottenuti rispettivamente su Ducks Staranzano e Thunder's Five Milano all'esordio, si presentano allo scontro diretto al gran completo e in condizioni atletiche invidiabili.
I varesini cavalcano ancora la scia della squadra schiacciasassi 2016: scudetto e Torneo di fine stagione cuciti sul petto (sconfitti solo agli extra inning nella Finale di Coppa Italia dalla Roma) e appena reduci dal trionfo esagerato ottenuto senza fatica all'esordio in campionato contro la matricola Ducks.
Nelle dichiarazioni prudenti a Baseball.it dello slugger Marco Case, tutta la determinazione e concentrazione dei Patrini alla vigilia di una doppia sfida che promette scintille: "Confesso di provare una certa emozione e tensione positiva in questi giorni. Sin dalla nostra rookie-season 2012, consideriamo gli amici Lampi un po' come degli idoli, in inglese esiste l'espressione row models, ma anche fratelloni maggiori, maestri che siamo contenti di avere prima eguagliato e poi superato, l'anno scorso, come è giusto che sia per ogni allievo esemplare. Speriamo di poter trasformare questa emotività in carica positiva sabato in campo perché sappiamo bene che le due gare si giocheranno su centimetri, singole giocate ed esecuzione dei fondamentali.
Concorda in pieno il capitano dei Lampi, Maurizio Scarso, il "Metronomo" meneghino: "Se prima del doppio impegno con i cugini Tuoni avevo richiamato l'attenzione di tutti intorno alla nostra prestazione difensiva, sono convinto che sarà proprio in difesa che si decideranno le due partite. Abbiamo entrambi ottimi attacchi, non mancheranno certo homerun se il campo dovesse risultare secco e rapido. Alla fine però, saranno quel paio di doppi e tripli giochi a fare esultare giocatori ed una delle due torcide colorate che gremiranno il Gurian in ogni ordine di posto".
Occhi puntati quindi sulla sfida in difesa tra "Calamita" Casale (Patrini) e "Garra" Vasquez (Lampi), nel box tra gli slugger locali Case, Okpara e Marchetto a cui risponderanno colpo su colpo Dieng, Comi e lo stesso capitan Scarso. Attenzione anche alle variabili rappresentate dagli X'Factor varesini Bossetti, Virgili e Burgio a cui lo skipper dei Lampi, Claudio "Molly" Molon, opporrà l'imprevedibilità di Parisi, Briglia e Allegretta. Doppia sfida tutta da godere, in unica sorsata, possibilmente in prima fila.
Il programma del Girone Ovest si completerà domenica con l'esordio casalingo dei Ducks Staranzano che sul terreno del Comunale della cittadina giuliana ospiteranno i Thunder's 5 Milano. Occasione di riscatto immediato per le compagini sconfitte all'Opening Game. Tuoni strafavoriti sulla carta contro la matricola isontina, per cui ogni singolo ciuffo d'erba e sbuffo di terra rossa rappresenterà quest'anno un'esperienza di cui fare grande tesoro. Milanesi che però dovranno essere lucidi e bravi ad incanalare le due gare sui binari auspicati da skipper Giovinetti.
La domenica AIBXC si aprirà con lo scontro al vertice nel Girone Est tra Blue Fire Cus Brescia e Roma ALL BLINDS, in campo dalle 13 sul Campo Valmarana di Sasso Marconi. Anche per questo "lunch game" appenninico tra le leader provvisorie d'Oriente, vale quanto detto in precedenza per il derby lombardo: Brescia ha destato un'ottima impressione all'esordio, piegando senza fatica la flebile resistenza della Fiorentina BXC. Blue Fire trascinati sì dalle prodezze muscolari del proprio leader pakistano Sarwar "Homerun King " Ghulam, che tuttavia sembra poter contare quest'anno su una maggior produzione dei propri giovani compagni, talenti finalmente sbocciati nel giardino rigoglioso dello skipper gardesano Eugenio Brivio. Ci riferiamo in particolare al marocchino Omar Asli, all'altro pakistano Qadeer "Cavallo Pazzo" Asghar, a Gaspare Pagano, in attesa della fioritura del possente trentino Gigi Toigo, come ad una quota rosa in crescita (Barbara Menoni, Elisabetta Russo, Jessica Buttiglione).
Dall'altra parte la Roma ALL BLINDS, incensata e coccolata dall'intero movimento dopo il doppio scacco matto esterno inferto al Bologna in avvio di campionato, infiammata da un Federico Bassani già su livelli stratosferici, affiancato dall'elisir di eterna giovinezza e dedizione a questo sport incarnato dall'inossidabile Daniela Pierri, elementi che hanno certamente ispirato sia i veterani Somma e Checchi come i rookies Napoli e Vintila.
Quale tra queste due compagini, apparse già in grande spolvero, riuscirà ad issarsi in vetta al Girone? Lo scopriremo nel tardo pomeriggio di domenica. La sfida di alta classifica ad Est verrà comunque preceduta da quella tra Tigers Cagliari e Bologna White Sox Cvinta, in scena sabato mattina sul nuovo campo Tigers alle porte del capoluogo sardo. Tigrotti isolani e Calzette Bianche felsinee pronti a gettarsi dietro le spalle un avvio di stagione da incubo, per rilanciarsi in un torneo in cui vogliono e possono ancora avere voce in capitolo.

 

Matteo Briglia
Informazioni su Matteo Briglia 180 Articoli
Matteo Briglia è nato a Milano nel 1968 e lavora come Analista Programmatore Senior presso la Engineering SPA - Ingegneria informatica. Diplomatosi nel 1992 come traduttore simultaneo, due anni più tardi consegue la Laurea in lingue presso lo IULM di Milano (inglese, francese). Da sempre appassionato di sport, in particolare quelli americani, segue sin dall'adolescenza il football e il basket di cui ha iniziato a scrivere nel 1993 pubblicando brevi articoli su riviste online riguardanti la postseason NFL e i playoffs NBA. Ha poi cominciato ad interessarsi anche alla Major League Baseball intorno al 1994, nella stagione dominata dai Toronto Blue Jays, formazione di cui si è immediatamente innamorato una volta comprese a fondo le regole del gioco e migliorato l'inglese tecnico (per poter seguire via radio le cronache direttamente dai diamanti a stelle e strisce). Dal 1998 circa scrive appassionati resoconti sulla Major League, con approfondimenti su New York Yankees e Atlanta Braves, squadra del cuore ormai da un ventennio. Matteo segue in diretta in particolare la postseason della MLB, con testi cariche di emotività, colore e pathos emozionale che hanno sempre caratterizzato le sue cronache di non vedente rendendole più vicine alle narrazioni Blog. Da tre anni circa, ha scoperto il baseball per non vedenti, entrando in contatto con l'AIBXC (Associazione Italiana Baseball giocato da ciechi). L'esperienza lo ha talmente elettrizzato tanto che dopo una prova iniziale ha deciso di proseguire a giocare con i Lampi Milano. Dal maggio 2011 collabora con Baseball.it seguendo da vicino tutto quello che succede nel movimento del baseball per ciechi.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.