AIBXC, Malnate e Roma straripanti all'esordio stagionale

Tutto facile per i campioni d'Italia contro la matricola Staranzano, mentre gli All Blinds capitolini sgambettano Bologna in trasferta, trascinati da un immenso Bassani. Pronto riscatto per la Fiorentina che piega la resistenza dei Tigers Cagliari

Nonostante i timori meteo della vigilia, si sono giocate regolarmente le 6 sfide in calendario per la seconda giornata della fase a gironi del XXI° campionato di baseball per ciechi. Esordio casalingo col botto per i Patrini Malnate campioni d'Italia che, di fronte all'ennesimo sold-out al Gurian Field, si sono sbarazzati con disarmante facilità dei Ducks Staranzano, puniti 8-0 in gara 1, seguito da un 24-0, forse troppo severo nei confronti della matricola giuliana che, tuttavia, ha pagato direttamente sulla propria pelle la mentalità vincente unita al grande livello tecnico ed agonistico dei varesini determinati a riaffermare la propria egemonia in AIBXC.
Davvero poco da raccontare sulle due gare del Gurian: Patrini devastanti sin dal playball del primo match, già avanti 8-0 dopo sole tre riprese di quello che pugilisticamente verrebbe definito un "No-contest " interrotto alla quinta ripresa dall'arbitro capo Casiraghi per manifesta superiorità. Line-up lombardo già perfettamente rodato, guidato da un Marco "Beauty" Case in gran spolvero (4 su 5, 2 punti battuti a casa), ottimamente sostenuto dal nigeriano Okpara (2 su 4, 2 punti battuti a casa), Virgili (3 su 4, 1 punto battuto a casa) e Burgio (2 su 5, 2 punti battuti a casa) Comunque lodevole l'impegno dei Ducks che hanno salutato l'esordio di Rocco Arancio, Domenico Mastrangelo, Nicolò Finocchiaro e Andrea Crescenzi, a sostegno del più quotato Davide Moreschi.
Gara-2 è di fatto una slavina impietosa che si abbatte sui malcapitati Ducks, travolti con un incredibile 24-0, testimonianza ulteriore della fame atavica che ancora pervade mazze e guantoni dei ragazzi subalpini, guidati in dug-out dal pragmatico Adriano Chiesa. Malnate già avanti 14-0 dopo tre riprese offensive e l'arbitro capo, Foltran, a decretare la manifesta superiorità dopo 5 inning. Anche in questo secondo atto, line-up lombardo particolarmente scoppiettante nel box, guidato dalle prove maiuscole di Casale (8 su 8, 5 punti battuti a casa), sostenuto dagli slugger Case (5 su 8, 4 punti battuti a casa), Okpara (7 su 8, 4 punti battuti a casa), Bossetti (3 su 5, 4 punti battuti a casa), e dal DH Marchetto (7 su 8, 5 punti battuti a casa). Per i giuliani, segnaliamo anche l'esordio di Patrizia Podrecca, un avvio alla "rookie season" traumatizzante, da cui, ne siamo certi, il granitico presidente Buttignon ed un "tosto" dentro come skipper Renato Carraro sapranno trarre ispirazione per lanciare il cuore dei giovani atleti isontini oltre l'ostacolo, ad iniziare proprio dall'esordio casalingo che attende i Ducks il 2 aprile prossimo, opposti ai Thunder's Five Milano.
La vera sorpresa del sabato AIBXC si è materializzata sul "Leoni" di Casteldebole, dove una Roma All Blinds che non ti aspetti ha pesantemente e legittimamente sgambettato il Bologna White Sox CVINTA al termine di due gare senza troppa storia, condotte magistralmente dai ragazzi dello skipper giallorosso, Marco Corazza, usciti tra gli applausi del folto e competente pubblico petroniano, deluso una volta di più dalle proprie Calzette Rosse. I giallorossi si sono imposti per 13-5 in garauno, trascinati dall'interbase Federico Bassani in stato di grazia (5 su 7, 2 HR, 7 punti battuti a casa, superlativo anche in difesa) affiancato da una splendida Daniela "Inossidabile" Pierri (3 su 7, 2 punti battuti a casa), dal "Core de Capitano " di Alfonso "Talpone" Somma (2 su 7, 1 punto battuto a casa). Skipper giallorossi Corazza e Azzaro che possono leccarsi i baffi e cullare sogni di gloria guardando con fiducia al box score dei propri esordienti: ottimo impatto sulla gara infatti per i rookie Giorgio Napoli (3 su 5, 1 punto battuto a casa) e Florin Vintila (1 SU 2).
La trama di garauno ci racconta di una Roma più concentrata al playball, capace di segnare ben 7 punti nell'alta del secondo grazie al grande slam di Bassani che proietta gli All Blinds sull'8-0, margine di sicurezza che consentirà ai giallorossi di condurre in porto il match in 6 riprese senza grossi patemi. Line-up felsineo troppo discontinuo nel box (salvano la faccia Driss Sahli 3 su 6, 2 HR, 2 punti battuti a casa), Filmon Yemane (3 su 6, 1 HR, 2 punti battuti a casa), apparsi entrambi in ritardo di condizione atletica, sostenuti dal cuore rossoblu di un Giancarlo "Vecchia Ciabatta" Berganti (5 su 6, sempre l'ultimo a chinare il capo, alle prese con un'anagrafe che non fa sconti.
Gara-2 fotocopia del primo match: All Blinds già avanti 7-0 dopo due riprese, 13-2 a metà gara, che sarà anche il finale di una partita a senso unico, dominata dai capitolini, su cui ha brillato luminosa la stella di Federico Bassani, protagonista di un autentico one-man show allestito su entrambi i lati del Leoni. Federico "Gatto Papone " straripante e carismatico, in formato Coppa Italia 2013 2016 che ha chiuso la propria gara monstre con 12 assistenze sulle 15 complessive registrate dai giallorossi, 4 su 5 nel box, 1 HR, 5 punti battuti a casa, autentico trascinatore verso un trionfo limpido, mai in discussione e che mette paura vera alla concorrenza. Tra i romani, seconda menzione speciale per una monumentale Daniela Pierri (5 su 5 al piatto, 1 punto battuto a casa), sostenuta da Somma (4 su 6, 2 punti battuti a casa) e dal rookie Vintila (2 su 2 nel box, 1 punto battuto a casa). Calze Bianche, in cui segnaliamo l'esordio del giovane Girolamo Quinci, ancora troppo sbiadite per essere vere, in cui si salvano i veterani Sahli (2 su 4, 2 HR, 2 punti battuti a casa) e Berganti (2 su 4). Felsinei chiamati ad un pronto riscatto già dal secondo impegno stagionale del prossimo primo Aprile in terra sarda, opposti ai Tigers Cagliari.
Il programma si è chiuso domenica sul "Cerreti" di Firenze con il doppio successo della Fiorentina BXC sui Tigers Cagliari: 10-4 e 8-0 i finali di due gare in cui i gigliati hanno palesato evidenti segni di risveglio dopo la doppia batosta rimediata a Brescia nell'Opening Day. Isolani alle prese anche quest'anno con grossi problemi di natura economica e logistica, uniti ad una profonda trasformazione in seno ad un line-up che ha perso due pezzi da novanta come Pisu e Tocco. Cagliari ha comunque sfoggiato il proprio animus pugnandi che ha permesso ai ragazzi di skipper Gallus di battersi ad armi pari con i più quotati medicei sino alla parte centrale di garauno, 4-3 Tigers dopo 4 riprese, prima di cedere al maggior tasso tecnico dei toscani, trascinati dal lead-off Andrea Lazzarini (4 su 8, 3 punti battuti a casa), Capitan Musarella (4 su 7, un punto battuto a casa), Bernardini (2 su 6, 1 punto battuto a casa), fiancheggiati dagli esordienti rookie Smart Friday (3 su 5, 1 punto battuto a casa) e Giuseppe Raucci (1 su 2). Per Cagliari, in cui hanno esordito i sassaresi Cocco e Scanu, buone prove per il veterano Antonello Lai (3 su 6, 1 punto battuto a casa), Zucca (3 su 6, 1 punto battuto a casa) e Scalas (2 su 6). In garadue i tigrotti sardi hanno pagato lo sforzo profuso nel primo match e si sono spenti progressivamente, lasciando strada ai gigliati, scatenati nella parte centrale (14 a 4 il computo delle valide a favore della Fiorentina), che hanno chiuso la pratica in scioltezza sull'8-0 dopo 5 riprese per manifesta superiorità. Line-up toscano finalmente registrato con Vanessa "Ciclone" Cascio sugli scudi (3 su 6, 2 punti battuti a casa), ben sostenuta da Smart Friday (3 su 5, 1 punto battuto a casa), Lazzarini (4 su 6, 1 punto battuto a casa) e l'ex All Blinds Bernardini (2 su 5, 3 punti battuti a casa). Tra gli isolani, bene Zucca (2 su 4), Lai (1 su 3) e Scalas (1 su 4).
Il campionato di baseball per ciechi proseguirà sabato primo Aprile: nel Girone Ovest è in programma la doppia sfida al vertice tra Patrini Malnate e Lampi Milano, mentre nel Girone Est scenderanno in campo Tigers Cagliari e Bologna White Sox CVINTA. Il giorno dopo, domenica 2 aprile, apertura alla sfida in vetta ad Est tra Roma All Blinds e Blue Fire CUS Brescia sul Valmarana di Sasso Marconi, seguita dal doppio incontro di Staranzano tra i Ducks e i Thunder's 5 Milano.

 

Matteo Briglia
Informazioni su Matteo Briglia 180 Articoli
Matteo Briglia è nato a Milano nel 1968 e lavora come Analista Programmatore Senior presso la Engineering SPA - Ingegneria informatica. Diplomatosi nel 1992 come traduttore simultaneo, due anni più tardi consegue la Laurea in lingue presso lo IULM di Milano (inglese, francese). Da sempre appassionato di sport, in particolare quelli americani, segue sin dall'adolescenza il football e il basket di cui ha iniziato a scrivere nel 1993 pubblicando brevi articoli su riviste online riguardanti la postseason NFL e i playoffs NBA. Ha poi cominciato ad interessarsi anche alla Major League Baseball intorno al 1994, nella stagione dominata dai Toronto Blue Jays, formazione di cui si è immediatamente innamorato una volta comprese a fondo le regole del gioco e migliorato l'inglese tecnico (per poter seguire via radio le cronache direttamente dai diamanti a stelle e strisce). Dal 1998 circa scrive appassionati resoconti sulla Major League, con approfondimenti su New York Yankees e Atlanta Braves, squadra del cuore ormai da un ventennio. Matteo segue in diretta in particolare la postseason della MLB, con testi cariche di emotività, colore e pathos emozionale che hanno sempre caratterizzato le sue cronache di non vedente rendendole più vicine alle narrazioni Blog. Da tre anni circa, ha scoperto il baseball per non vedenti, entrando in contatto con l'AIBXC (Associazione Italiana Baseball giocato da ciechi). L'esperienza lo ha talmente elettrizzato tanto che dopo una prova iniziale ha deciso di proseguire a giocare con i Lampi Milano. Dal maggio 2011 collabora con Baseball.it seguendo da vicino tutto quello che succede nel movimento del baseball per ciechi.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.