Gianni Lercker, un altro big al “Bar del Baseball”

Ha lanciato per 14 stagioni e nel 2012 la Fortitudo ha ritirato la sua maglia numero 7: ospite domani del programma condotto da Gianluca Marcoccio e Massimo Ciamarra su Young TV, YouTube e Facebook

Dopo gli arbitri, il "Bar del Baseball" torna ad ospitare un altro grande giocatore che ha fatto la storia del "battiercorri italiano", nella quinta puntata del 2017 in onda in onda venerdì' sera a partire dalle 20.30 su Young TV, canale 871 e 643 del digitale terrestre visibile in tutto il Lazio, in streaming su YouTube sul canale dedicato "Il Bar del Baseball – Nettuno" e su Facebook.
In collegamento diretto da Bologna ci sarà infatti il lanciatore Gianni Lercker, classe 1944. Un lanciatore che ha sempre vestito una sola maglia, quella della Fortitudo Bologna. 14 i campionati in maglia felsinea, 241 le partite disputate di cui 96 completate e 111 vittorie ottenute, 6 salvezze, 6 shut-out, 1.423 inning lanciati, 1.047 strike-out (uno dei pochi in Italia ad aver superato il traguardo dei mille K), 6.62 strike-out ogni 9 inning lanciati, 2.75 di media PGL. Nel '70 e '71 ha collezionato 18 vittorie, nel '72 addirittura 19. Un gigante sul mound. Nel suo palmares, 4 scudetti (con l'Amaro Montenegro il primo storico titolo nel 1969) e una Coppa Campioni nel 1973 che gli hanno permesso meritatamente di entrare nella storia della Fortitudo tanto che la società nel 2012 ha ritirato la sua casacca numero 7. Le sue prestazioni gli hanno aperto le porte della Nazionale con cui ha disputato Mondiali ed Europei rivelandosi come uno dei punti di forza della compagine azzurra. L'impegno con il baseball non si esaurisce qui: infatti Lercker è stato uno dei fondatori della Associazione Italiana Baseball per Ciechi dove partecipa attivamente anche come arbitro.
Oltre all'ex-pitcher della Fortitudo, presenti in studio insieme a Gianluca Marcoccio e Massimo Ciamarra anche tre storiche bandiere del baseball nettunese come Giampiero Faraone, Pietro Monaco e Giampaolo Mirra, oltre all'immancabile Alberto "Toro" Rinaldi, sempre in collegamento da Bologna.

 

Commenta per primo

Lascia un commento