Holland Series, Amsterdam porta Rotterdam a gara-6

Il Neptunus conduce 3-2 nella serie avendo vinto altrettante sfide consecutive (garadue, tre e quattro) ed ha finora segnato 25 punti. Sabato notte sul diamante del Familiestadion potrebbe già completare l'opera e laurearsi campione

Sarà un weekend in cui, volente o nolente, le Holland Series decreteranno la squadra campione 2016. Sabato alle 13 (ed eventualmente domenica alle 14) le ultime sfide, quelle decisive. Domani ci saranno anche le telecamere della tv olandese NOS al Familiestadion di Rotterdam per seguire l'andamento di gara-6 delle finali orange, con i padroni di casa avanti 3-2 nella serie. Un mese e mezzo dopo in trionfo in notturna della Fortitudo Bologna, adesso tocca al Neptunus o ai Pirates portarsi a casa il titolom con una temperatura di ben 20 gradi nella post-season d'Olanda. Due grandi città si affrontano nella finale della Hoofdklasse. Rotterdam vede il titolo (25 punti segnati), Amsterdam lotterà fino alla fine senza cedere un lancio (19 segnature). Mentre la Federazione KNBSB è pronta ad aprirsi verso le iniziative pro della European Baseball League.
L&D Amsterdam Pirates sta disputando la stagione senza il primo lanciatore partente, Rob Cordemans, e dalla Coppa Campioni a Rimini anche senza il lanciatore partente numero 2, Kevin Heijstek. Nonostante tutto i Pirati sono riusciti ad arrivare alle Holland Series grazie ad un affidabile parco lanciatori. Ad esempio, come il 20enne Tom de Blok, ormai noto in Italia come closer vincente nella finale contro il Rimini di Candelario (6-5 in 10 riprese). I giovani lanciatori di Amsterdam, dopo la trasferta romagnola, hanno lavorato più riprese di quelle programmate inizialmente. Sola verso la fine della stagione, il 41enne Cordemans è tornato in campo sia nella Hoofdklasse che nell'Europeo di Hoofddorp. Adesso la squadra degli Urbanus (manager Charles e figlio Nick in seconda base) si prepara per il weekend clou del campionato nazionale. Favorito nelle Holland Series senza dubbio il Curacao Neptunus, detentore del titolo 2016, sorpreso però dai Pirati di Amsterdam ai supplementari di garauno giocata a Rotterdam e in garasei ad Amsterdam. Il Neptunus aveva vinto tre match consecutivi: garadue, garatre e garaquattro. Forse troppo convinti, per la seconda volta il Neptunus si è fatto rimontare in gara-5. Qualche turbolenza a Rotterdam, dove prima delle Holland Series il presidente ha annunciato la partenza dopo stagione 2016 del manager, il miglior coach europeo Evert-Jan 't Hoen.
BASEBALL & MEDIA – Da quando il CIO a Rio ha accettato la richiesta di Tokyo 2020 di ospitare un torneo baseball e un torneo di softball durante i Giochi Olimpici, i media olandesi hanno ritrovato la strada verso il baseball nazionale ed europeo. Ha esordito nel baseball il canale tv commerciale Ziggo – in competizione con la TV nazionale NOS – che ha trasmesso live tutte le gare della Nazionale orange durante l'Europeo di Hoofddorp dal 9 al 18 settembre. Dal canto suo la NOS-TV ha garantito la propria copertura alle Holland Series. Anche i giornalisti della carta stampata hanno realizzato più articoli e con maggior spazio dedicato al baseball da quando il nostro sport è stato ufficialmente inserito nel prossimo programma olimpico.
KNBSB – Dal maggio scorso, la federazione olandese di baseball e softball ha un nuovo direttore generale: si tratta dell'ex-lanciatore Bart Volkerijk (59 anni) che ha giocato nell'ADO de L'Aja (1974-96) e con la Nazionale maggiore (71 gare, 9 Europei, 7 Mondiali, 1 Olimpiade). Il suo record nazionale di 150 gare vinte nella Hoofdklasse è stato migliorato solo nel 2012, quando Cordemans arrivava a 151 come partente dei Pirates contro lo Sparta/Feyenoord a Rotterdam. Volkerijk è comunque ancora oggi il "Mister K" della Hoofdklasse col suo record di 1948 strike-out. Da cinque mesi Volkerijk lavora a un rilancio delle federazione con pubbliche relazioni negli stadi, nel mondo commerciale e nell'ufficio della KNBSB a Nieuwegein.
EBL – Ultima notizia riguarda un accordo tra la federazione olandese e la European Baseball League, creata da Wim van den Hurk. Dalla stagione 2017 giocatori olandesi avranno il diritto di partecipare alle gare EBL e le societa della Hoofdklasse potrano formare selezioni con questo obiettivo. Il trofeo assegnato alla squadra vincente della EBL è stato nominato "Gregory Halman Trophy", talento scoperto da Mauro Mazzotti per i Seattle Mariners, dove Halman era compagno e amico di Alex Liddi. Halman ha anche partecipato allo European Big Leaguers Clinic tenutosi a Parma nel 2011.

 

Informazioni su Pim Van Nes 278 Articoli
E' corrispondente dall'Olanda per Baseball.it e per Mister-Baseball.com. ma segue le vicende del baseball e softball italiano anche per i siti olandesi Honkbalsite.com e Softbalsite.com. In passato, Pim Van Nes ha collaborato con la testata "Tuttobaseball" e con le riviste olandesi "Inside" e "Honkbal en Softbal Nieuws". Nel biennio 1984-1985 ha contribuito all'Enciclopedia del Baseball di Giorgio Gandolfi e Enzo Di Gesù realizzando uno speciale di 5 pagine sulla storia del baseball in Olanda. Tra il 1982 e il 2005, ha svolto la sua attività professionale presso le Ambasciate olandesi di Parigi, Kuwait City, Cairo, Algeri, Rabat, Ankara e Dubai.  

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.