L’Italia spazza via la Germania, ora l’Olanda

Tedeschi al tappeto (12-0) contro gli azzurri nella gara d'esordio della seconda fase dell'Europeo. Partita completa per Oberto, Vaglio 3 su 3 con 2 doppi. Ramos 100esima in Nazionale. Domani la sfida con gli orange

Esattamente due anni dopo Italia e Germania di nuovo di fronte. In corsa, oggi come allora, verso la corona continentale. Sempre 15 settembre. Sempre due successi. Importanti. A Ratisbona finì 5-1, ad Hoofddorp la sesta partita dell’Europeo 2016, il debutto della seconda fase, è stato un trionfo. 12-0. Un’Italia che, finalmente, vince e convince, determinata ad andare avanti, attenta in difesa, positiva nel box (14 valide, Vaglio 3 su 3 di cui 2 doppi), con un Oberto superlativo sul mound, mai una volta in difficoltà (solo quattro valide concesse e partita completa). Un passo importante e di buon auspicio, alla vigilia della sfida di domani con l’Olanda che darà inequivocabili indicazioni per la finale di domenica.
L’Italia parte di slancio e forza la resistenza germanica al secondo inning. Vaglio, Epifano e Sabbatani costruiscono il vantaggio azzurro grazie a due singoli di Poma e Liddi e ad altrettanti errori difensivi dei tedeschi. Il ventenne Schueller sostituisce il partente mancino Hughes dopo 1.1 riprese, 3-0 per Mazzieri&co. e si va avanti.
Oberto gestisce bene la situazione sul mound mentre i compagni in attacco continuano a colpire valido: al quarto inning Poma e Liddi creano ansia alla Germania che si salva bloccando Mazzanti. Il quinto potrebbe essere quello buono per segnare, ma solo in teoria perché con Vaglio ed Epifano agli angoli è il pinch-hitter Sabbatani a non approfittarne.
Oberto è una sacrosanta garanzia di affidabilità sulla collinetta tricolore, cresce addirittura lancio dopo lancio, mentre sul versante tedesco sale anche Eisenhuth (terzo pitcher). Gli azzurri insistono ma ne lasciano ancora due in base al sesto, senza raggiungere casa.
La partita scivola verso l’ultima frazione regolamentare con la difesa della Germania, sotto pressione azzurra, in giornata decisamente negativa. Ramos – centesima presenza in Nazionale – e Vaglio colpiti consecutivamente all’inizio del settimo inning vanno a punto, anche grazie al quinto errore tedesco. Entra anche Trisl ma la musica non cambia. Arriva il 6-0 con Epifano. L’Italia vola.
Oberto, insormontabile, continua la sua performance. Esce indenne anche dall’ottavo attacco avversario. Germania da quattro riprese a secco di valide.
Ultimo inning, apoteosi azzurra. Sei valide, sei punti e 2 corridori in base. In sequenza Reginato, Desimoni, Mazzanti, Ramos, Vaglio e di nuovo Reginato. 12-0 e chiusura alla Germania. Guehring prova con un singolo a creare i presupposti per almeno il punto della bandiera. Un doppio gioco azzurro spegne ogni minima speranza.
Archiviata la sfida tedesca, ora ci aspetta il big-match con i rivali di sempre. Siamo in crescendo, sulla buona strada per guadagnarci un posto in finale. Ma domani contro l’Olanda serve la stessa bella Italia di oggi.

 

Filippo Fantasia
Informazioni su Filippo Fantasia 639 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento