Bagialemani, il Re azzurro sfida gli azzurri

Il nettunese, recordman di presenze in Nazionale (195), pronto alla sfida tra la Germania che lo ha chiamato come coach e la sua Italia. Squadre in campo domani alle 15: "E' una sensazione strana affrontare la mia nazione da avversario"

195 volte in azzurro, mai nessuno più di lui. Domani, però, la storia sportiva di Ruggero Bagialemani segnerà un altro capitolo, inaspettato forse, ma che sicuramente segnerà il cuore del "Pantera". Con la maglia della nazionale Ruggero Bagialemani ha vinto quattro volte l'Europeo, ha partecipato a sette mondiale e a tre olimpiadi battendo 209 valide e chiudendo con una media battuta di .310. Numeri importanti che cuciono sulla pelle di Bagialemani i colori azzurri a cui, però, domani verranno vestiti quella della Germania, per cui ora Ruggero collabora. Un duello morale difficile più di mille battaglie nel diamante, ma che il "Pantera", come giusto che sia, è pronto ad affrontare e a superare.
"E' una sensazione strana affrontare la mia nazione da avversario – ha detto Ruggero Bagialemani dall'Olanda a Baseball.it – l'attaccamento alla nazionale italiana ha sempre fatto parte del mio credo, ma ora lavoro per la Germania e mi impegnerò al massimo".
Oltre alla professionalità de tecnico, c'è però il cuore di un uomo e i ricordi di un'ex atleta, di una bandiera del movimento. Ricordi che alla vigilia della sfida si susseguono: "Ripenso molto in queste ore – prosegue Bagialemani – alle finali che preparavamo con Faraone contro l'Olanda. A quei momenti prima della partita, nello spogliatoio, dove ci diceva cosa dovevamo fare e tutti noi che lo ascoltavamo. Devo dire che questo roster tedesco mi ricorda molto quel gruppo, sono tutti ragazzi in gamba che ascoltano e assimilano ogni parola e si impegnano al massimo. La storia degli Europei è cambiata da quando giocavo io, ci sono nazione che sono cresciute molte come la Spagna e la Germania stessa".
Domani alle 15 Italia e Germania scenderanno in campo per la seconda fase dell'Europeo. Entrambe partono da quota .500 dietro a Olanda e Spagna che partono da quota 1000. Stessa situazione, ma pressioni diverse. "L'Italia vive della sua storia – dice Bagialemani – i giocatori vengono temuti per questo. Per la Germania sotto questo punto di vista è tutto più facile perché non c'è la pressione del risultato, ma la mentalità è vincente e i ragazzi vogliono vincere. Domani mi aspetto una partita abbastanza chiusa. L'Italia è più potente di noi nel box e ha molti giovani di valore tra cui sono contento ci sia anche Mattia Mercuri, un nettunese, che indossa la mia stessa maglia in nazionale e a cui auguro tutto il bene possibile. Sarà una partita dura, ma ce la giocheremo".

Avatar
Informazioni su Davide Bartolotta 213 Articoli
Nato ad Anzio (Roma) il 9 aprile 1988, ha sempre vissuto nella vicina Nettuno. A 6 anni ha cominciato a giocare a calcio, ma essendo della “città del baseball” non poteva che appassionarsi a questo sport. E' iscritto all'ordine dei giornalisti nell'albo dei pubblicisti. Da spettatore ha seguito il baseball fino al giugno del 2008, quando ha iniziato una collaborazione con “Il Granchio”, settimanale d’informazione di Anzio e Nettuno, di cui è diventato dal 2010 redattore e redattore web, che gli ha permesso di vivere questo sport da un altro punto di vista. Nel primo anno di attività giornalistica ha avuto modo di seguire diversi eventi internazionali tra cui le Final Four dell’European Cup a Barcellona (settembre), oltre che a coprire regolarmente la serie A2 ed in particolare le gare del Nettuno2. La sua più grande aspirazione è quella di contribuire, anche se in una minima parte, a far crescere in Italia la considerazione per questo sport, e magari un giorno poterlo raccontare collaborando con testate nazionali. Laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università "La Sapienza" di Roma. Nelle stagioni 2011 e 2012 ha svolto il ruolo di addetto stampa per la Danesi Nettuno Bc. E' giornalista presso il gruppo editoriale DComunication dove ricopre il ruolo di redattore web per il quotidiano online di Anzio e Nettuno www.ilclandestinogiornale.it e cura la parte giornalistica dell'emittente televisiva regionale (Lazio) YoungTv dove cura una rubrica sportiva. Dall'agosto 2015 collabora con l'Agenzia di Stampa InfoPress realizzando servizi e contributi per Il Corriere dello Sport seguendo lo sport locale e le squadre in trasferta all'Olimpico di Roma per le partite del campionato di serie A di calcio. Gli piace la musica rock e adora guardare film... è arrivato ad un picco massimo di cinque in una giornata.

Commenta per primo

Lascia un commento