L’Italia fa venire il mal di testa al Belgio

Bastano cinque riprese agli azzurri per regolare il Belgio (15-0 il finale) ad Hoofddorp. Line-up esplosivo con tredici valide. Desimoni a 3 su 3, due valide per Reginato, Vaglio e Liddi 

E' una pura formalità per gli azzurri di Mazzieri il terzo impegno nel girone eliminatorio del campionato europeo: il Belgio viene letteralmente sepolto sotto il peso di 15 punti che valgono la conclusione anticipata al quinto inning. Tredici valide, tra le quali spiccano il 3 su 3 con 3 RBI di Desimoni, i 2 su 3 di Reginato e Vaglio e il 2 su 4 di Liddi. Ricchetti è il lanciatore vincente in scioltezza, dopo i brividi del primo (doppio di De Wolf con due out) e secondo (singolo di Lewis e doppio di Goffeaux con un eliminato) inning. Domani ci tocca la dura Spagna, che ci ha battuto all'Italian Baseball week. Ma quest'Italia fa ben sperare!Mazzieri cambia qualcosa nello schieramento azzurro e lascia in panchina Ramos, con Liddi designato e Reginato esterno destro. Il partente è Carlos Richetti

Al primo assalto l'Italia passa con Poma che dopo aver colpito un singolo avanza in seconda sulla battuta in diamante di Mazzanti e corre a casa base sulla valida del suo ex compagno nel Parma Alex Sambucci. Mattia Reginato alimenta l'attacco con un ulteriore singolo con il quale spinge il prima base azzurro fino in terza, ma poi Vaglio va out in prima e l'Italia torna in difesa.

Le cose si complicano subito per Richetti, perché dopo lo strike-out su Ribbens subisce un singolo da Lewis e addirittura un doppio al centro da Goffoaux, ma riesce a difendere il vantaggio chiudendo il secondo attacco ospite con le eliminazioni in prima di Poesmans e Buelens, entrambi fulminati dall'assistenza di Mazzanti.
Nella parte bassa dell'inning l'Italia scava il solco e mette altri tre punti sul tabellone;il primo lo segna Epifano, base ball, sul singolo a destra di Desimoni, grazie al quale Sabbatani, autore anche lui di un singolo, avanza fino in terza.Il secondo lo realizza lo stesso Sabbatani sulla volata di sacrificio di Poma, poi Liddi manda a casa base anche Desimoni con una valida a sinistra e successivamente avanza in terza su lancio pazzo. Ma le eliminazioni al volo di Mazzanti e Sambucci chiudono il turno.
Reginato apre il terzo attacco azzurro con un profondo doppio, poi avanza in terza sulla valida di Vaglio che induce il manager belga a sostituire il partente De Jongh con Joossen. Il neo entrato fa battere due rimbalzanti in diamante a Sabbatani ed Epifano che vengono eliminati in prima permettendo però sia a Reginato che Vaglio di toccare casa base. Un errore di tiro della difesa belga permette al quarto a Mazzanti di segnare il settimo punto, poi al quinto l'Italia dilaga, segnando ben 8 punti e l'incontro si chiude anticipatamente, senza che il Belgio riesca a chiudere i tre eliminati. Con un eliminato,Desimoni, dopo aver colpito la sua seconda valida, va a punto sul singolo di Liddi. Con Poma in terza e lo stesso Liddi in prima scende dal monte anche Josen per lasciare il posto a Jansen, mentre Mercuri va a battere per Mazzanti e viene colpito riempiendo così le basi. I quattro ball a Sambucci e Reginato valgono altri due punti automatici e il singolo al centro di Vaglio permette anche a Mercuri di segnare e costringe il Belgio ad un nuovo cambio sul monte. Cambia poco perché il terzo rilievo Mareels fa battere a Sambucci una volata di sacrificio che vale il dodicesimo punto e subito dopo Sabbatani batte a casa il 13-0 con un singolo e poi Desimoni chiude la sfida con l'ennesima valida da due punti, gli ultimi, segnati da Vaglio e dallo stesso Sabbatani.

 

Avatar
Informazioni su Matteo Desimoni 337 Articoli
Nato a Parma l'8 febbraio 1978, laureato all'Università di Parma in Scienze della comunicazione, con tesi di laurea "La comunicazione in una società sportiva: il caso dell'A.S.D. Baseball Parma", collaboratore della "Gazzetta di Parma", iscritto all'ordine dei giornalisti, elenco pubblicisti, dal settembre 2009. Ha collaborato nel 2005 anche con "L'informazione di Parma". Dal luglio 2009 a fine agosto 2011 ha ricoperto l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa della società A.S.D. Baseball Parma. E' l'ideatore e direttore responsabile del periodico gratuito "Baseballtime" distribuito sui campi da baseball della provincia di Parma. Ha iniziato la carriera da giocatore a 8 anni, nel 1986 nelle giovanili dell'Aran Group, poi ha militato in diverse squadre della provincia di Parma e debuttato in serie B con il Sala Baganza e in serie A2 con la Farma Crocetta nel 1998. Dal 2002 al 2008 ha allenato le giovanili di Crocetta e Junior Parma.

Commenta per primo

Lascia un commento