I playoff di serie A federale iniziano con sei doppiette delle squadre di casa

Il Bollate, campione d'Italia 2015, mette due volte la museruola al Paternò. Tra le leader della prima fase fa il pieno anche il Padule. Il Brescia vince contro Macerata, ma parte bene anche Godo.

Il campionato di serie A federale è entrato nel vivo, con la disputa del primo turno della seconda fase, con dodici formazioni (le prime quattro dei tre raggruppamenti di regular season) che vanno a caccia dei quattro posti per la semifinale. Nel primo atto si è registrato un quasi storico cappotto delle compagini di casa, che si sono aggiudicate i dodici incontri del programma.
Non sono mancate ovviamente le sorprese. Tanto per cominciare nel clou dello scorso fine settimana il Bollate, leader del girone A, ha messo due volte al tappeto il Paternò Red Sox, vincitore nel girone B. Sono state due gare molto differenti tra loro: nella prima gli attacchi hanno avuto la meglio, con il Bollate che ha operato il break decisivo all'ottavo inning, portandosi dal 7-7 al 13-7 finale. Nella gara disputata sotto i riflettori sono stati i lanciatori stranieri a dare spettacolo a suon di strike out. Vincente è stato Bisset, che ha lanciato per 10 inning, collezionando 15 strike out e 6 valide subite, ma non è stato certo da meno il cubano Perez, che ha chiuso le 9.2 riprese cn 18 eliminazioni al piatto e 5 valide. Dopo il 2-2 nelle 9 riprese regolamentari, il Paternò realizza un solo punto, mentre il Bollate segna 2 volte, grazie a un lancio pazzo e al singolo di Marcadalli. Rimanendo nel girone B, il Godo ha vinto le due gare con il Jolly Roger: la prima risolta tra il sesto e il settimo attacco con cinque punti; la seconda, dominata dai pitcher Palencia e Marquez, con un punto al primo ed uno al settimo. I grossetani sono riusciti solo ad accorciare le distanze con un solo homer di Riccardo Ferretti. La grande sorpresa arriva da Brescia, con il Cus che fa il pieno con il Macerata di Paolo Minozzi. I lombardi hanno trovato la zampata vincente in entrambe le occasioni al secondo supplementare.
Nella prima sfida, infatti, il Brescia è sempre avanti nel punteggio ma proprio nel nono inning il Macerata pareggia il risultato e porta la sfida ai supplementari, grazie ai 3 punti segnati. La partita si decide così all'undicesimo, grazie al doppio di Bazzana dopo la base ball guadagnata da Loardi, risultato anche il lanciatore vincente. Anche la seconda partita, dopo un lungo intervallo per mettere a posto il campo dopo un temporale, si conclude all'undicesima ripresa. Dopo il dominio dei 2 lanciatori partenti, Noguera per i padroni di casa e Rodriguez per gli ospiti, il Macerata segna 2 volte all'undicesima ripresa ma, al cambio campo, Pestana batte un lunghissimo fuoricampo da 3 punti per la vittoria che vale la doppietta.
Nel girone A parte forte il Padule Sesto Fiorentino contro il Collecchio. In gara1 i fiorentini di Osella
chiudono i conti in due inning con 8 punti. Garadue è dominata dai lanciatori, Ularetti per Padule e Yepez per il Collecchio. Gli emiliani sbloccano il risultato al terzo ma, al 4°, il singolo da 2 punti di Pinto regala il vantaggio ai toscani che riescono poi a difendersi dall'assalto avversario e a vincere incontro e serie. Ronchi dei Legionari sfrutta il fattore campo contro Modena. Nella prima partita, i New Black Panthers, trascinati da Mario Miceu, autore di un fuoricampo, ipotecano la gara nelle riprese centrali, nelle quali realizzano ben 9 punti. Nella seconda sfida, invece, il Modena parte forte e si porta sul 4-2 dopo 6 riprese di gioco. I padroni di casa non ci stanno e prima impattano il risultato sul 4-4 al settimo, poi segnano il punto della vittoria nell'attacco successivo.

Imola fa invece sue le sfide con Castenaso. In gara1 attacchi sugli scudi con 19 punti segnati e dalle 25 valide. I Redskins vanno sul 6-0 dopo i primi i 3 inning, ma subiscono la rimonta degli avversari, capaci di impattare il risultato sul 7-7 al 7°. Il break arriva nell'inning successivo, quando l'Imola si scatena e realizza 5 punti, ipotecando così il successo. Nella seconda partita, invece, il grande protagonista è Marino Salas che lancia una completa da 13 strike out e solo 4 valide subite, contribuendo in larga scala al secondo successo in altrettante gare da parte dei Redskins.
agguantare il pareggio.

I risultati del primo turno della seconda fase dei playoff. GIRONE A: Padule – Collecchio 11-2, 2-1; Ronchi dei Legionari – Modena 9-6, 5-4; Imola – Castenaso 12-7, 7-1.  a classifica: Padule, Ronchi dei Legionari e Imola (2 vittorie e 0 sconfitte), Collecchio, Modena e Castenaso (0-2)

GIRONE B: Bollate – Red Sox Paternò 13-7, 4-3 (10°); Godo – Jolly Roger 6-2, 2-1; CUS Brescia – Macerata 7-6 (11°), 3-2 (11°).
La classifica: Bollate, Godo e CUS Brescia (2 vittorie – 0 sconfitte), Red Sox Paternò, Jolly Roger e Macerata (0-2).

In Coppa Italia c'è invece la prima qualificata per la Final Four: è Verona, che ha pareggiato con la Pianorese, dopo la vittoria nelle gare con Trieste.
GIRONE A.
Seconda giornata: Nuova Pianorese – Verona 7-3, 4-10. Riposava: Trieste
La classifica: Verona 1000 (3-1), Nuova Pianorese .500 (1-1), Trieste 0 (0-2).
GIRONE B. Prima giornata: Sala Baganza – Senago 5-13, 4-0. Riposava: Oltretorrente
La classifica: Sala Baganza e Senago .500 (1 vittoria – 1 sconfitta), Oltretorrente 0 (0-0).
GIRONE C. Seconda giornata: Viterbo – Cagliari 9-8, 3-2. Riposava: Anzio
La classifica: Anzio e Viterbo 1000 (2 vittorie – 0 sconfitte), Cagliari (0-4).
GIRONE D. Prima giornata: Potenza Picena – Athletics Bologna 7-2, 1-0
La classifica: Potenza Picena 1000 (2 vittorie, 0 sconfitte), Athletics Bologna (0-2)

 

Informazioni su Maurizio Caldarelli 460 Articoli
Giornalista del quotidiano "Il Tirreno" di Grosseto, collabora anche con la Gazzetta dello Sport.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.