Nettuno mette in cassaforte i play-off davanti a un grande pubblico

Equilibratissima gara-1 con Parma che si risolve solo al tie-break. Grande prova di lanciatori e difese

Il vero vincitore dello scontro (quasi) diretto tra Parma e Nettuno di ieri sera è stato sicuramente il pubblico di Nettuno: il tabellino ufficiale sul sito federale lo quantifica in 900 unità, ma probabilmente i tifosi al "Borghese" erano parecchi di più. Un appoggio costante e caldo, sempre sportivo, alla propria squadra. Parma e Nettuno hanno risposto ottimamente, regalando una sfida equilibratissima, dal primo al decimo inning, che ha tenuto tutti con il fiato sospeso e gli occhi attaccati al campo. Si inizia con due riprese di assoluto dominio dei lanciatori e delle difese, poi al terzo il botta e risposta che rimarrà l'unico del match fino alla nona ripresa. Deotto apre l'attacco del Parma guadagnando la base ball, Benetti lo spinge in seconda con un bunt di sacrificio, poi, dopo lo strike-out subito da Mirabal, Gomez piazza una valida al centro con la quale permette allo stesso Deotto di raggiungere casa base. Sull'assistenza dell'esterno centro Fondin, il ricevitore Torres non trattiene la pallina e permette a Gomez di correre fino in seconda. L'eliminazione in prima di Zileri chiude però il turno e al cambio campo Nettuno pareggia: Mercuri apre con un singolo al centro, Davenport lo spinge in seconda con un bunt di sacrificio, Giuseppe Sellaroli colpisce un singolo al centro e lo manda in terza e sul safety squeeze di Andrea Sellaroli entra il punto del pareggio. Subito dopo la battuta in doppio gioco di Fondin chiude la ripresa. Poi le occasioni sprecate, da una parte e dall'altra, come al sesto, quando Parma sostituisce il partente Rodriguez con Gumercindo Gonzalez che esce da una situazione complicata di corridori in prima e seconda o all'ottavo, quando Nettuno ha basi piene e un eliminato: Giannetti va out al volo da Garbella che assiste rapidamente a casa, Deotto non riesce a trattenere e Fondin si stacca dalla terza, ma Gonzales è perfetto in copertura dietro il suo ricevitore e fulmina in terza il cubano che non rientra in tempo sul cuscino. Al nono Martinez si fa espellere dopo aver platealmente contestato una chiamata di strike-out. La soluzione al tie break: Parma inizia con Deotto in prima, Gradali in seconda e Benetti in battuta. Il seconda base (nel frattempo spostato in terza con Gomez in seconda e Piazza esterno), sbaglia il tentativo di bunt, poi batte su Mercuri che elimina in terza Gradali. Mirabal resta al piatto e Gomez va out in prima. Al cambio campo c'è Petralia sul monte al posto di Gonzales, Nettuno parte con Fondin a battere, Maldonado in seconda e Andrea Sellaroli in prima. Dopo tre ball Fondin esegue comunque il bunt su Benetti che sbaglia completamente l'assistente in prima e permette a Nettuno di segnare il punto decisivo e festeggiare la vittoria che manda in cassaforte i play-off

Avatar
Informazioni su Matteo Desimoni 337 Articoli
Nato a Parma l'8 febbraio 1978, laureato all'Università di Parma in Scienze della comunicazione, con tesi di laurea "La comunicazione in una società sportiva: il caso dell'A.S.D. Baseball Parma", collaboratore della "Gazzetta di Parma", iscritto all'ordine dei giornalisti, elenco pubblicisti, dal settembre 2009. Ha collaborato nel 2005 anche con "L'informazione di Parma". Dal luglio 2009 a fine agosto 2011 ha ricoperto l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa della società A.S.D. Baseball Parma. E' l'ideatore e direttore responsabile del periodico gratuito "Baseballtime" distribuito sui campi da baseball della provincia di Parma. Ha iniziato la carriera da giocatore a 8 anni, nel 1986 nelle giovanili dell'Aran Group, poi ha militato in diverse squadre della provincia di Parma e debuttato in serie B con il Sala Baganza e in serie A2 con la Farma Crocetta nel 1998. Dal 2002 al 2008 ha allenato le giovanili di Crocetta e Junior Parma.

Commenta per primo

Lascia un commento