Cnf-UnipolSai prima nel girone, con o senza la pioggia. T&A punita al tie break

I tedeschi dell'Heidenheim "ufficialmente" sconfitti per 2 a 1, anche se al momento della sospensione della partita erano in vantaggio 3 a 2. San Marino raggiunto al 9° e sconfitto poi dai ball di Coveri e Crepaldi

La Cnf-UnipolSai ha concluso imbattuta nel girone la prima fase dell'European Champions Cup, grazie alla pioggia. Nel libro della storia di quella che era ed è tornata ad essere la Coppa dei Campioni di baseball resterà il 2 a 1 sui tedeschi del Voith Heidenheim Heidekoepfe in sei riprese con partita sospesa al 6° per pioggia. Primo vantaggio bolognese al 3°, su volata di sacrificio di Mondino. Pareggio al 4° col solo-homer di Simon Guehring. Nuovo vantaggio della Cnf-UnipolSai al 6°, grazie a Sambucci e La Torre in base per ball, bunt di Vaglio e successiva valida interna di Ambrosino, appena entrato sul monte avversario Giraud al posto del partente Antoniuk.
In realtà, quando l'acqua ha deciso di fermare la partita a Serravalle era l'Heidenheim a condurre, 3 a 2. Al settimo inning, con Pizziconi che aveva rilevato Panerati (e qualche cambio in difesa per Bologna in un a formazione già rimaneggiata in partenza), l'attacco tedesco colpiva e capovolgeva il punteggio con tre valide in fila, di Guering, Mc Owen e Aaron Hornostaj (doppio). Pizziconi chiudeva però la ripresa senza ulteriori danni, ottenendo anche due "successi personali". Poi, sotto una pioggia battente la Fortitudo iniziava il suo settimo attacco, ma la partita era interrotta dopo l'out di Fuzzi. Quindi con l'inning non concluso, risultato valido al completamento della ripresa precedente. E' stato bene così a tutti, anche perché la Cnf-UnipolSai era già prima in partenza e l'Heidenheim ultimo a prescindere.

I giochi "veri" a San Marino erano nella notturna fra Curacao Rotterdam e T&A: chi vinceva andava avanti con le semifinali, chi perdeva era relegata alla fase di consolazione.
Gli olandesi sono andati sull'1 a 0 subito nell'inning d'apertura, contro Camacho, con due valide e fra queste il doppio del vantaggio di Boeckoudt. Van den Branden, dall'altra parte, ha tenuto fino al 4°, poi ha visto Vasquez mandargliela oltre la recinzione, con Santora in base su ball, per pareggio e sorpasso.
Camacho, dopo le due valide iniziali, ha concesso una sola hit, con 12 strikeout all'attivo in 6 riprese.
Con i padroni di casa sul 3 a 1, l'ingresso in partita di Oberto (con Camacho a 90 lanci) ha visto il Rotterdam accorciare le distanze al 7°. Una provvidenziale doppia eliminazione all'8° ha risolto in un primo momento la situazione contro un Neptunus campione in carica e per nulla intenzionato a mollare. Infatti con due fuori, a uno strike dalla vittoria, una base gratis a Vernoij, una battuta in scelta difesa di Meer e un errore di Mazzuca su Urvin Kemp hanno al 3 a 3 alla fine turni regolamentari.
Al tie-break, che ieri sera aveva visto allungarsi la vita della T&A, dopo un bunt di Pulzetti, un lancio pazzo di van Mil concede il punto di Albanese per il 4 a 3. Al cambio campo però Coveri in pedana. Colpito Fernandez. Quattro ball a Legito e ancora pareggio. Dentro, a basi piene e nessun eliminato, Enrico Crepaldi, come quarto pitcher sammarinese. Ancora base ball a Boeckoudt, secondo punto automatico di seguito, e vittoria del Rotterdam.

Alla luce dei risultati della terza e ultima giornata della prima fase, dal gruppo A passano così il turno Cnf UnipolSai, che come prima classificata affronterà domani il Rimini, secondo nell'altro girone (alle 20,30 a Rimini), e Neptunus Rotterdam, che dovrà vedersela con l'Amsterdam L&D.

Informazioni su Mino Prati 839 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.